Sicurezza, Difesa e Intelligence

Bruno Poeti sparò al ladro nel suo terreno, ecco la decisione del gip

Bruno Poeti

Bruno Poeti, l’ex poliziotto di Grosseto che sparò al ladro nel suo terreno, era accusato di tentato omicidio: ecco la decisione del gip, come racconta Chiara Sarra per Il Giornale.

È stato scarcerato dal gip Bruno Poeti, l’ex poliziotto 64enne che all’alba di lunedì ha sparato e colpito uno dei quattro ladri romeni che si erano introdotti sul suo terreno a Grosseto.

L’uomo era in carcere per tentato omicidio, ma il gip Marco Belisari non ha convalidato il fermo, disponendone l’immediata scarcerazione. Restano in carcere invece tre dei ladri accusati di furto aggravato, mentre il ferito è piantonato in ospedale.

Lunedì l’uomo, ora agricoltore, aveva notato strani movimente nei dintorni del suo podere a Querciolo. Accortisi di essere visti, i malviventi lo avrebbero aggredito. Così Poeti aveva preso la pistola e sparato “un colpo verso il basso e due in aria“, bloccando una gang che stava seminando il panico nella zona. Per il suo gesto è diventato un eroe del web. Bravo Bruno Poeti facciamolo sindaco“, scrivono in molti su una pagina facebook “Io sto con Bruno Poeti”, che finora ha raccolto dieci mila like.

Intanto a parlare è il suo legale, Adriano Galli: “È tranquillo e sereno, ha ricostruito tutto quello che è successo: ha sparato solo tre colpi, uno verso il basso e due in ariaI rapinatori lo hanno quasi aggredito. Uno gli ha lanciato addosso un faretto lampeggiante e un altro brandiva una spranga“.

E a questo punto l’ex poliziotto avrebbe aperto il fuoco.

Loading...