Gmail non funziona? Guida per fare login e accedi all’account di posta

Cosa fare se il tuo account di posta elettronica Gmail non funziona? La guida per fare login e accedi, tramite sign in, e poter controllare le email in arrivo. Anche da mobile.

Nell'ufficio Google di Tel Aviv si preoccupano di Gmail tra uno scivolo e l'altro

Nell’ufficio Google di Tel Aviv si preoccupano di Gmail tra uno scivolo e l’altro

Gmail è il servizio di posta elettronica gratuito gestito da Google, con cui creare un nuovo account o gestirne un login già esistente.

La registrazione di caselle email con estensione @gmail.com e @gmail.it garantisce l’accesso diretto a tutti gli altri servizi di Google.

Sono tantissimi, come potete vedere da questa foto, piuttosto lunga, che mostra tutti i tuoi prodotti Google preferiti.

Tutti i tuoi prodotti Google preferiti gmail

EMAIL PROFESSIONALE GOOGLE SUITE: MA QUESTA È A PAGAMENTO

Oltre il 50% degli italiani controlla la posta in arrivo su un account login di Gmail.

Alla concorrenza – che in Italia è composta da Alice Mail, Aruba MailVirgilio Mail, Tiscali Mail e Libero Mail – resta ben poco da spartirsi.

La stragrande maggioranza di quel 50% fa accedi in maniera assolutamente gratuita.

Non tutti sanno, però, che Google Cloud offre una G Suite (ex Google Apps) con email professionale a pagamento.

Ci sono molte differenze tra la versione di posta gratis e quella business: su questa pagina le trovate tutte.

Gmail a pagamento

In ogni caso segnaliamo che il servizio di posta accedi gratuito è più che sufficiente per un sign in a gestione individuale.

Le caratteristiche della versione free comprendono, tra le altre cose:

  • 15 GB di Archiviazione email/messaggi istantanei (condivisi con documenti e immagini)
  • 25 MB di limite per la dimensione allegati
  • 500 come numero destinatari massimo per messaggio
  • 500 come numero destinatari massimo/giorno per utente (all’esterno del dominio)

Principali differenze tra gmail a pagamento e la versione gratuita legacy

LA STORIA

Il servizio di posta elettronica di proprietà di Google è stato inaugurato il 1° aprile 2004.

1 Gb di memoria per l’archiviazione fu la grande novità, che rivoluzionò il mercato della posta elettronica e il mondo della comunicazione via email:

“Il servizio, che inizialmente era su invito, vanta oggi più di 425 milioni di utenti. Curiosità: il nome in codice interno di Gmail era “Caribou”, ispirato a un fumetto di Dilbert.”

L’uscita del nuovo servizio fu anticipata il 31 marzo 2004 da John Markoff per il New York Times.

Il primo screen di Gmail risale all'aprile 2004

Il primo screen risale all’aprile 2004

All’epoca quella di Google sembrava una pazza idea: sfidare Miscrosoft e i suoi 170 milioni di utenti attivi su Hotmail. Che oggi, al contrario del suo concorrente, è caduto in disgrazia.

Milioni di utenti dovranno eterna gratitudine ad un uomo schivo e riservato, che passerà alla storia come il creatore di Gmail.

Paul Buchheit il creatore di Gmail

Paul Buchheit

Parliamo di Paul Buchheit, che in un’intervista a Wired del 2011 raccontava:

“Gmail già oggi è quello che era una volta Outlook, rispetto a cui fa anche di più: salva copie di messaggi e impostazioni recenti nelle cache sul nostro smartphone in modo che siano accessibili anche offline, ma appena è disponibile la connessione sincronizza tutto col cloud, così da avere le nostre informazioni sempre accessibili e aggiornate.”

LA GUIDA PER RISOLVERE I PROBLEMI DI ACCOUNT LOGIN

Avere una guida è indispensabile per risparmiare tempo. E time is money, direbbero gli americani.

Se non riesci a fare accedi al tuo account di posta elettronica su Gmail, controlla di aver inserito correttamente username e password.

Qui il supporto Google fornisce la procedura per cambiare o reimpostare la password; qui invece trovate la pagina dove recuperare il nome utente.

In alcuni casi, rari ma ci sono, l’account può subire un blocco temporaneo di massimo 24 ore.

Questo accade, come spiegano i tecnici di Mountain View:

“Se si verificano attività insolite, come l’utilizzo di un’estensione del browser o software che inviano e leggono automaticamente i messaggi.”

Sappiate che non è possibile accelerare i tempi per sbloccarlo prima.

Quindi se siete incappati in un blocco account dovete mettervi l’anima in pace e aspettare. Magari cercando di capire come evitare, in futuro, ulteriori impedimenti all’accesso diretto alla vostra inbox.

Nel caso in cui non siate ancora riusciti a controllare la vostra posta in arrivo, la procedura consigliata dall’assistenza Google è la seguente:

  • Assicuratevi di utilizzare uno dei browser compatibili con Gmail. Se necessario, scaricatene uno. Qui trovate la lista ufficiale;
  • Attivate i cookie;

Come attivare i cookie del browser per accedere a gmail

  • Cancellate la cache e i cookie;

Come cancellare la cache e i cookie per accedere a gmail

  • Aggiungete https://*.google.com al vostro elenco di siti attendibili.

Come aggiungere https .google.com al vostro elenco di siti attendibili per accedere a gmail

Queste procedure sono valide, nel medesimo modo, per tutti coloro che utilizzano Chrome, anche su app mobile Android (qui il link al Play Store) e iPhone (qui il link all’Apple Store).

IL FORUM DI ASSISTENZA

Google ha creato un forum di discussione tra utenti Gmail dove trovare risposte alle domande di aiuto e condividere la conoscenza.

Le repliche sono precise, immediate e spesso risolvono il problema in modo molto più veloce di quanto farebbe qualunque Centro di Assistenza ufficiale.

COME PROTEGGERE IL TUO ACCOUNT

Infine vi proponiamo un video tutorial per la sicurezza della vostra posta elettronica.

In questo episodio, curato dal Team di G Suite, Jimmy e Jenny ci svelano alcuni trucchi per tenere un account Gmail al sicuro.

Ovviamente nessuno vuole essere hackerato. Ecco perché vale la pena di seguire i loro consigli.

POST SCRIPTUM

Per controllare che i servizi di Gmail siano in funzione potete usare uno strumento utilissimo, il G Suite Status Dashboard:

“In questa pagina vengono fornite informazioni sulle prestazioni dei servizi G Suite. Se non diversamente specificato, le informazioni sullo stato si applicano ai servizi consumer, così come ai servizi per le organizzazioni che utilizzano G Suite.”

Come controllare il G Suite Status Dashboard per accedere all'account gmail

...