Sicurezza, Difesa e Intelligence

Annuntio Vobis Gaudium Magnum: Habemus Re. Napolitano monita: “Patto Renzi-B. per fottere Grillo”

Secondo quanto rivelato da Dagospia l’ultimo monito di Giorgio Napolitano sulle riforme e sul patto Renzi-Berlusconi rappresenta il chiaro superamento della Repubblica Parlamentare in favore di quella Presidenziale, dove il Re monita e i sudditi – poveri ebetini – obbediscono. Ecco la strategia del Quirinale per fottere Grillo.

 

Lo vedi con la sua paglietta bianca da anziano Gagà napoletano e sei tentato di sottovalutarlo, il Re Giorgio tutto moniti. Anche ieri ha monitato: “Basta inconcludenze”. E uno dice: vabbè, lo pagano apposta per monitare. Il prossimo sarà: “E’ finito il tempo dei temporeggiamenti” (e parte del popolo si attenderà una parola anche contro i temporali).

Ma ieri Bella Napoli si è superato e, dopo aver garantito di non voler entrare nel merito, è entrato nel merito, chiedendo il superamento del “bicameralismo paritario”.

Tradotto in italiano per noi sudditi: non rompete le balle al patto Renzie-Berlusca e approvate rapidamente ‘sta cavolo di riforma del Senato. A Re Giorgio piace un Paese ordinato, dove nei partiti non ci sono fronde interne, dove i capi capeggiano e, possibilmente, fottono Grillo che gli sta tanto sulle balle perché è un pericolo per l’Europa e per le cancellerie straniere che Egli tutela.

Nella sua brutalità da ex comunista, il presidenzialista Napolitano ci ricorda che servono anche un premier forte e un Parlamento “coeso” e compatto. Il Re c’è già, deve solo tornare Cavour.

Loading...