Polizia shock, muore in servizio l’agente Nicola Scafidi

Nicola Scafidi, agente della Polizia Stradale, ha perso la vita mentre svolgeva il suo servizio sull’Autostrada A4 Torino-Milano. Aveva solo 28 anni. Ecco il ricordo dei colleghi pubblicato sul sito della Polizia di Stato.

Nicola Scafidi era fidanzato ufficialmente con Arianna Esposto
Nicola Scafidi era fidanzato ufficialmente con Arianna Esposto, cui vanno le nostre più sentite condoglianze

Nemmeno 4 anni di servizio per Nicola Scafidi, l’agente della Polizia stradale morto a 28 anni sull’Autostrada A4 Torino-Milano.

Nicola, ieri intorno alle 19,30, era in servizio insieme ad un altro collega ed era impegnato nel soccorso ad un cittadino tra i caselli di Biandrate e Novara ovest.

L'agente Nicola Scafidi
L’agente Nicola Scafidi in servizio

All’improvviso su di loro è piombato un autocarro che ha tamponato violentemente l’auto di servizio dove si trovavano i due poliziotti.

Pochi sanno che uno dei rischi più grandi per un poliziotto, specialmente se in servizio alla Stradale, è proprio quello di rimanere coinvolto in incidenti.

Quando si fa viabilità o si presta soccorso ad autisti in difficoltà, si mettono in campo tutti i sistemi per avvisare gli altri utenti: giubbetti ad alta visibilità; torce; lampeggianti; coni cartelli stradali e tanto altro.

Ma, troppo spesso, non servono ad evitare tragedie causate dalla velocità o dalla distrazione.

Ricostruire le dinamiche servirà per accertare responsabilità e istruire il procedimento giudiziario ma non riporterà in vita il ragazzo.

Nicola Scafidi, nato a Palermo nel 1988, era diventato agente il 30 dicembre del 2012 ed era in servizio alla sottosezione autostradale Novara est.

Polizia Stradale a lutto
Polizia Stradale a lutto per la morte del collega

Repubblica riferisce altri particolari dell’incidente:

“Il collega di Scafidi, di 35 anni, Domenico Logreco, è rimasto ferito ed è ricoverato all’ospedale di Novara. Deceduto anche l’autista del furgone, Luigi Ventrice, 40 anni, cuoco a Oropa. Potrebbe aver avuto un malore ma lo stabilirà l’autopsia. Un’altra persona è rimasta ferita.”

È la terza tragedia in 5 giorni sulla A4. E qualcuno, anziché rendere le nostre strade più sicure, pensa ancora al Ponte sullo Stretto.

Loading...

Potrebbe piacerti anche Altri dello stesso autore