YOUTUBE Violenti scontri a Parigi dopo l’elezione di Macron: video

Le elezioni francesi si sono concluse con la vittoria di Macron, il candidato sconosciuto fino a 6 mesi fa che è riuscito a ottenere più del 60% dei consensi.

proteste anti macron youtube
Un momento degli scontri, caricati su Youtube, tra i manifestanti anti Macron e la gendarmeria francese

Le proteste contro Macron censurate dai media

Ma quello che è accaduto nelle strade di Parigi dopo l’annuncio del nuovo presidente è molto simile a quanto visto negli Stati Uniti, con un post-elezioni carico di violenza e proteste.

Con una sola sostanziale differenza.

Nel caso delle manifestazioni anti-Trump tutti i media nazionali e internazionali ci hanno ricamato sopra per giorni; mentre questa volta le immagini delle violente proteste anti-Macron sono visibili solo su Youtube.

I video caricati su Youtube parlano chiaro

Senza voler essere complottisti, sembra un caso di oscuramento mediatico, come a voler far finta di niente, raccontando che tutto va bene madama la marchesa.

Del resto l’élite francese è abituata a questo meccanismo fin dai tempi della famosa frase di Maria Antonietta durante la Rivoluzione Francese:

Se non hanno più pane, che mangino brioche.

Non siamo a quei livelli di protesta, è chiaro, ma è sconcertante che – ancora una volta – i media sposino in pieno un candidato burattino imposto dai tecnocrati europei e censurino ogni forma di dissenso da parte dei cittadini.

Le immagini parlano chiaro.

Notte di fuoco

La gendarmeria francese ha condotto 9 arresti e 141 fermi di persone legate al movimento anti capitalista che si è schierato contro Macron.

Gli agenti, in tenuta anti sommossa, sono stati impegnati tutta la notte post-elezioni per riportare la calma a Parigi. Il primo focolaio è scoppiato nel distretto Manilmontant, a est della città, per poi propagarsi nel resto della capitale transalpina.

Auto bruciate, finestre rotte, cassonetti incendiati e vetrine spaccate sonole conseguenze di una notte da incubo per i parigini.

Questa è la democrazia, bellezza…

Loading...