YOUTUBE Immagini shock: giornalista di Matrix aggredita in diretta tv

I giornaloni nazionali hanno preferito ignorare la notizia ma il fatto, eclatante, resta: la giornalista di Matrix Francesca Parisella è stata aggredita in diretta tv durante un servizio alla Stazione di Roma Termini. Ecco l’incredibile video, caricato su Youtube da Nicola Porro.

Il fattaccio si è scatenato in diretta tv, di fronte a quasi un milione di spettatori che guardano Matrix.

Nicola Porro, vicedirettore del Giornale e conduttore della trasmissione, lancia un servizio sul livello di degrado delle nostre città. In collegamento dalla stazione di Roma Termini c’è l’inviata Francesca Parisella.

Ogni commento lo lasciamo alle immagini, che avete visto e che testimoniano una vile aggressione ignorata da tutti i grandi media nazionali.

Porro scatenato

Il commento di Porro su Facebook è emblematico di come il Paese Italia sia alla deriva più totale:

Nicola Porro vicedirettore del giornale e conduttore di matrix
Nicola Porro

Ieri sera a Matrix volevamo testimoniare il livello di degrado della nostre città e dell’incapacità, al di là delle promesse, di accogliere migliaia di migranti. La nostra inviata Francesca Parisella e il suo operatore, come vedrete in questo video integrale, sono stati aggrediti alla Stazione di Roma. Stanno bene, hanno subito un grande spavento.

Si può vivere blindati? Si può far finta di nulla? Si può pensare di accogliere tutti, per offrire loro accoglienza sotto un portico? E Per dolersi poi tra qualche anno di questa scelta miope? Oggi la storia di un’aggressione è finita in diretta, ma quanti invisibili le subiscono ogni giorno? Le forze dell’ordine salvano i profughi in mare, e poi ci ‘salvano’ da loro nelle nostre città. Vi sembra normale? Per l’aggressore di ieri c’era un decreto di espulsione, come per quel clandestino che solo poche ore prima aveva ferito alla testa una giovane donne sempre a Termini e a sole poche ore da un suo fermo sempre per violenza privata.

Del resto il video caricato su Youtube da Porro è chiarissimo.

Noi condividiamo in pieno il suo commento e diamo la nostra più totale solidarietà, per quello che può servire, alla collega Parisella.

...