Terremoto, Michael Janitch lo aveva previsto con 2 giorni di anticipo

Il 28 ottobre l’esperto Michael Janitch ha avvisato. Un nuovo devastante terremoto avrebbe colpito l’Italia centrale nelle successive 48 ore. Cosa che è puntualmente accaduta.

Vista aerea di Amatrice dopo il terremoto del 30 ottobre 2016
Vista aerea di Amatrice dopo il terremoto del 30 ottobre 2016

L’esperto di terremoti si chiama Michael Janitch, è originario del Missouri, Stati Uniti, e su internet è conosciuto con lo pseudonimo di Dutchsinse.

La sua reputazione riguardo alle previsioni sui terremoti è controversa ma ha un sito internet piuttosto visitato e oltre duecentomila persone che lo seguono sui social.

Gestisce un canale Youtube, una pagina Facebook, un account Instagram, un profilo Twitter e uno su Google Plus.

Nel 2013 aveva preannunciato la tragedia – oltre 10mila morti – provocata dal Tifone Haiyan nelle Filippine.

Che siate dei complottisti o dei San Tommaso poco importa. Parliamo di una persona da prendere comunque in seria considerazione.

LA PREVISIONE DI MICHAEL JANITCH SUL TERREMOTO DEL 30 OTTOBRE 2016

Il 28 ottobre, quindi due giorni prima del sisma che ha colpito l’Italia centrale, sul canale Youtube di Dutchsinse viene pubblicato questo video.

La descrizione del video è in inglese, traduciamo in italiano i passaggi più importanti.

Ricordiamo che queste frasi venivano scritte esattamente due giorni prima del sisma che ha colpito l’Italia centrale.

“Il Sud Europa, l’Italia e l’area mediterranea vanno MONITORATI riguardo a un potenziale devastante terremoto nelle prossime 48-72 ore.”

Dutchsinse spiega le ragioni scientifiche che lo hanno portato a lanciare questo allarme:

“Un nuovo, molto profondo e raro terremoto di M5.8 che si è appena verificato al di sotto della fascia Ovest della costa italiana.”

Come ha fatto Dutchsinse ad avere notizia di questo movimento tellurico sotto la costa italiana, visto che nessun media o ente governativo d’Italia ha riportato l’evento?

A questa domanda non sappiamo rispondere. Non conosciamo gli strumenti che utilizza Michael Janitch per giungere alle sue conclusioni.

IL CENTRO ITALIA SARÀ COLPITO

Continuando a leggere la descrizione del video postato su Youtube il 28 ottobre vengono i brividi:

“Normalmente, a terremoti che colpiscono in profondità seguono forti movimenti tellurici nell’area circostante. (fino a 1000km a partire dal punto di propagazione iniziale, epicentro profondo del terremoto).

Questo nuovo terremoto profondo di M5.8 molto probabilmente causerà uno sciame sismico nella zona centrale dell’Italia, che aumenterà in magnitudo e frequenza (numero di terremoti).

In più, sussiste un potenziale rischio per un singolo e più forte terremoto in una delle zone circostanti l’area del profondo M5.8.

Più forti significa 1 o 2 gradi di magnitudo in più rispetto a M5.8”

A 48 dalla pubblicazione del video e nelle modalità descritte nel video l’Italia centrale è stata colpita dal terremoto.

La previsione sul terremoto è stata postata da Dutchsinse anche su Facebook, il 29 ottobre
La previsione sul terremoto è stata postata da Dutchsinse anche su Facebook, il 29 ottobre

L’UTILITÀ DELLE PREVISIONI DI MICHAEL JANITCH

Senza fare alcuna polemica sterile riguardo al perché nessun ente governativo italiano ha preso in considerazione la previsione di Dutchsinse; senza voler essere complottisti e concludere che qualcuno ha volutamente ignorato l’allarme; senza voler formulare ipotesi prive di elementi concreti, siamo costretti comunque a riflettere sulle previsioni di Dutchsinse.

E a chiederci come potrebbero essere utilizzate in futuro.

Fermare un terremoto non è possibile, o almeno così ci è stato spiegato fino ad ora.

Cosa fare, allora, quando si sa (si potrebbe sapere) che un evento simile sta per accadere? Come sfruttare questa possibile informazione?

In un unico modo: persone e animali avrebbero l’opportunità di decidere se e come scappare o mettersi in salvo, proteggendo – il più possibile e in modo pianificato – cari e averi.

Ovviamente tanti, a cui una riflessione pacata e senza pregiudizi fa paura, tenderanno a derubricare l’attività previsionale di Janitch come “stronzata sesquipedale del secolo”.

Eppure è nel dubbio, scomodo lo definiva Voltaire, che l’essere umano può davvero crescere.

Vi lasciamo, quindi, nel dubbio che sia possibile prevedere i terremotiProprio come ha dimostrato scientificamente Michael “Dutchsinse “ Janitch.

Loading...