Sondaggi Referendum 4 dicembre, Sì o No? Ecco chi vincerà

Sondaggi Referendum 4 dicembre renzi
Sondaggi Referendum 4 dicembre: Renzi si gioca il tutto per tutto…

Sondaggi Referendum 4 dicembre, il fronte del Sì e quello del No sono oramai al rush finale. Saranno decisivi, come al solito, gli indecisi. Ecco chi vincerà.

Sondaggi Referendum 4 dicembre, siamo al rush finale.

Domenica gli italiani saranno chiamati ad esprimersi con un o un No sulla riforma costituzionale proposta da Renzi.

IL QUESITO SULLA SCHEDA

Il quesito stampato sulla scheda è questo:

“Approvate il testo della legge costituzionale concernente «Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione» approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016?”

NON SERVE IL QUORUM

Visto che si tratta di un referendum confermativo e non abrogativo, non è previsto dalla legge un quorum di validità:

“Non si richiede, cioè, che alla votazione partecipi la maggioranza degli aventi diritto al voto e l’esito referendario è comunque valido indipendentemente dalla percentuale di partecipazione degli elettori.”

CHI PUÒ VOTARE E QUANDO

Si voterà solo nella giornata di domenica 4 dicembre dalle ore 7 alle ore 23.

Gli elettori dovranno presentarsi al seggio con la tessera elettorale e un documento di identità valido.

Potranno votare tutti i cittadini che abbiano compiuto i 18 anni di età entro la data fissata per il referendum.

SONDAGGI REFERENDUM 4 DICEMBRE, DECISIVI GLI INDECISI

Da tempo tutti i sondaggi, la cui attendibilità lascia il tempo che trova, danno il No in netto vantaggio sul Sì.

L’agenzia di stampa Bloomberg li ha raccolti tutti in un’unica infografica, che vi mostriamo di seguito.

Sondaggi Referendum 4 Dicembre Sì No

Come potete constatare, tutti i sondaggi referendum 4 dicembre danno il No avanti di 4/5 punti percentuali.

Praticamente una vittoria a mani basse, se non fosse per la percentuale di indecisi, che si attesta sul 21%. E che sarà decisiva in un senso o nell’altro.

Se teniamo anche presente che il margine di errore nei sondaggi è di circa il 3% e consideriamo che la stragrande maggioranza degli indecisi fa parte di quella fascia di popolazione che vota per Renzi ma si vergogna a dirlo (come accadeva per Berlusconi…) allora risulta del tutto evidente che la vittoria del No non è affatto certa.

Anzi, viene il sospetto che in realtà il Sì possa trionfare, seppur con un margine molto ridotto.

E questo sospetto viene avvalorato da Index Research, l’unico istituto italiano che ha preso in considerazione gli indecisi, come suggerisce la tabella seguente.

Sondaggi Referendum 4 Dicembre Sì No focus indecisi

Ecco perché siamo (quasi) certi che Renzi, anche questa volta, se la caverà per il rotto della cuffia.

Loading...

Potrebbe piacerti anche Altri dello stesso autore