Così Igor ha ucciso il barista eroe di Budrio VIDEO

Il Tg1 ha mostrato, per la prima volta da quando è iniziata la caccia all’uomo, le immagini esclusive tratte dalle telecamere di sorveglianza del bar di Budrio.

Era la sera del 1° aprile quando Igor Vaclavic, alias Norbert Feher, entra nel bar gestito da Davide Fabbri e dalla moglie. 

Indossa una tuta mimetica e imbraccia un fucile da caccia che punta contro gli avventori presenti all’interno del locale.

L’obiettivo è recuperare qualche spicciolo per tirare avanti, dopo l’uscita anticipata dal carcere per buona condotta (sigh!).

Igor Vaclavic uccide Davide Fabbri nel bar di Budrio

Nonostante la tensione del momento tutti sembrano mantenere la calma. Il barista Davide si reca dietro al bancone per dare al killer quello che vuole ma, nel passargli davanti, lo aggredisce, riesce a disarmarlo e lo colpisce con il calcio del fucile

Vaclavic, probabilmente stupito di tanta forza e tanto coraggio, scappa sul retro, dove succede l’irreparabile.

Il killer tira fuori la pistola e uccide il povero Davide, il barista eroe che per poco, da solo, non aveva catturato un assassino che da 44 giorni è ancora a piede libero.

Una piazza per Davide Fabbri

Il Comandante Alfa, a capo della squadra che gli sta dando la caccia, ha dichiarato:

Lo prenderemo, vivo o morto. È solo una questione di tempo.

E c’è da credergli, vista l’affidabilità mostrata dal Gis dei Carabinieri nel corso degli anni. Quello che colpisce, guardando questo filmato, è il gesto estremo di Davide Fabbri, un italiano eroe a cui la città di Budrio dovrebbe dedicare se non un monumento almeno una piazza.

Davide Fabbri, a sinistra, è stato ucciso da Igor Vaclavic
Davide Fabbri, a sinistra, è stato ucciso da Igor Vaclavic

Ok, non ce l’ha fatta, ma il coraggio che ha dimostrato in una circostanza drammatica e terribile come quella di una rapina a mano armata è qualcosa che va oltre il risultato finale.

Sarà vendicato, ne siamo certi. Vorremmo anche che fosse onorato come merita.

...