Sicurezza, Difesa e Intelligence

Attentato terroristico in Canada, colpita una moschea: foto e video

È di questa mattina la notizia di un attentato terroristico in Canada, a Quebec City, contro una moschea. Il premier canadese aveva appena criticato Trump per la chiusura delle frontiere.

Attentato in Canada moschea di quebec city sainte foy
Geolocalizzazione dell’attentato terroristico che ha colpito la moschea di Quebec City, in Canada.

Un attentato terroristico ha colpito la moschea di Sainte-Foy, a Quebec City, in Canada.

I FATTI

Secondo quanto riportato dal giornale canadese Le Soleil, poco prima delle 8 di sera ora locale, nel momento in cui la moschea di Sainte-Foy era impegnata nella preghiera, due uomini sono entrati e hanno aperto il fuoco sui circa 50 fedeli presenti.

Un primo bilancio parla di 6 morti e 8 feriti. Le vittime sono uomini tra i 35 e i 70 anni.

Feriti soccorsi all'esterno della moschea
Feriti soccorsi all’esterno della moschea

Uno degli attentatori è stato arrestato sul posto.

Poi è successo qualcosa di molto strano.

L’AUTODENUNCIA

Alle 20.12 il secondo attentatore chiamava il 911 e si autodenunciava come terrorista.

Diceva di sentirsi male per aver ucciso delle persone e minacciava a sua volta di uccidersi.

Diciassette minuti dopo quella telefonata di autodenuncia la polizia del Quebec ha immobilizzato un uomo di 27 anni, che viaggiava a bordo di una Mitsubishi grigia.

Fasi dell'arresto di uno dei sospettati
Le fasi immediatamente precedenti l’arresto del secondo terrorista

Sul sedile posteriore gli hanno trovato una pistola e due AK47.

Risultato: i due terroristi arrestati nel giro di mezz’ora dall’attentato.

STRANE COINCIDENZE

Dopo aver definito vile l’attacco su Twitter, il primo ministro canadese Justin Trudeau ha emesso un comunicato:

“Condanniamo questo attacco terroristico contro i musulmani in un centro di culto e rifugio.”

Proprio Trudeau nelle ultime ore era finito su tutti i media internazionali per aver criticato, sempre via Twitter, le posizioni di Trump riguardo alla chiusura delle frontiere.

Il premier canadese su Twitter, 36 ore prima dell'attentato...
Il premier canadese su Twitter, 36 ore prima dell’attentato…

Per dimostrare la bontà della sua critica, Trudeau postava un messaggio significativo:

“A coloro che fuggono da persecuzioni, terrore e guerra, i canadesi vi accoglieranno, indipendentemente dalla vostra fede. La diversità è la nostra forza #WelcomeToCanada”.

Il messaggio è stato scritto alle 11 ora locale di sabato 28 gennaio. A distanza di 36 ore, l’attentato.

LE PERQUISIZIONI

Dopo l’arresto del secondo terrorista, quello che si è autodenunciato, la polizia canadese ha effettuato la perquisizione di casa sua.

Perquisizioni in corso dopo l'attacco
Perquisizioni in corso dopo l’attacco

Il giovane, di cui non si conosce la nazionalità, viveva in una strada situata a soli due minuti dalla moschea.

Al momento non risultano messaggi di rivendicazione.

Loading...