Sicurezza, Difesa e Intelligence

Complotto in Vaticano, l’Opus Dei contro Papa Francesco: ecco i nomi di chi trama

In Vaticano c’è un complotto contro Papa Francesco

La gola profonda è Luigi Bisignani, che ha spifferato al Fatto Quotidiano i nomi di chi trama contro Papa Francesco: ecco tutti i retroscena del complotto in Vaticano.

Ho fatto avvertire io il professor Takanori Fukushima della notizia del Quotidiano Nazionale secondo cui avrebbe diagnosticato un tumore benigno del cervello a papa Francesco. E lui non si capacitava. Ha detto subito di aver incontrato solo una volta il pontefice, in udienza pubblica“.

Intervistato da Enrico Cisnetto per il talk show televisivo Roma Incontra, Luigi Bisignani si conferma persona informata dei fatti altrui. In questo caso lo aiuta un caso della vita. 

Nel 2011, quando patteggiò la pena di un anno e sette mesi per le numerose accuse (tra cui associazione a delinquere e corruzione) nel processo P4, disse di aver trattato la resa giudiziaria perché preferiva occuparsi della salute di sua figlia. La quale è stata guarita proprio da Fukushima con 18 ore di intervento al cervello.

IL VELENO TARGATO OPUS DEI

Papa Francesco con Takanori Fukushima in Vaticano

La conoscenza di Fukushima con sente a Bisignani di notare che, per uno dei più famosi neurochirurghi del mondo, spostarsi in elicottero o jet privato è un’ abitudine. Questo non basta a derubricare a equivoco la notizia del papa malato: è sicuramente un veleno targato Opus Dei.

Il papa sta benissimo, mangia a rotta di collo, è proprio un mangione ed è anche un po’ ingrassato, ama il tartufo anche se a un certo punto ha capito che un papa non deve esagerare“. 

Luigi Bisignani

È dunque in corso una guerra tra l’ Opus Dei e i gesuiti, “i primi pensano di essere i gesuiti del terzo millennio, ma i secondi hanno il papa nelle loro file“, spiega Bisignani che conferma le insinuazioni affidate a caldo a un articolo sul Tempo: “La fantasia di Dan Brown potrebbe perfino localizzare il protagonista in una palazzina liberty a pochi passi da villa Borghese che durante gli anni di Wojtyla ne ha viste di tutti i colori con una preferenza per il color porpora“.

I NOMI DI CHI TRAMA

Joaquìn Navarro Valls quando era portavoce di Wojtyla

Trasparente il riferimento all’abitazione dell’ ex portavoce di Karol Wojtyla, Joaquìn Navarro Valls, vicino all’Opus Dei. Mentre il collegamento del complotto anti-Bergoglio con le “mosse disperate di un ex potente monsignore spagnolo a cui il Vaticano, per prudenza, ha addirittura tagliato il telefonino di servizio” si arricchisce di un solo dettaglio: “Giuro che non mi ricordo come si chiama, in questo momento mi sfugge, però comincia per B“.

Lucio Angel Vallejo Balda

Infatti, era già chiaro il riferimento a monsignor Lucio Angel Vallejo Balda, ex segretario giubilato dalla Prefettura degli Affari Economici, altro uomo Opus Dei. Bisignani vigila. Sei mesi fa rivelò una lettera anonima di minacce a Jorge Bergoglio (“Presto San Pietro sarà purificato con il tuo sangue”), piena di dettagli accuratissimi sugli impegni del Papa, i cardinali di curia e gli addetti delle maggiori basiliche e santuari, “aggiornati meglio dell’ Annuario Pontificio“.

Il resto alle prossime puntate.

Loading...