Come cambiare la vita in meglio in un solo mese

Come cambiare la vita in meglio nel giro di un mese

Come cambiare la vita in meglio in un solo mese? Ecco, settimana per settimana, dodici semplici passaggi che nel giro di trenta giorni ti renderanno una persona migliore e più felice.

Come cambiare la vita in meglio in un solo mese? Davvero è possibile raggiungere un tale obiettivo in così poco tempo? La risposta è: sì, basta volerlo, tenacemente e mettere in pratica questi dodici passaggi, tre per ogni settimana. Dopo trenta giorni sarete, senza alcun dubbio, persone migliori, più felici e appagate, soddisfatte e pronte a raccogliere ciò che di buono la vita vi riserverà.

PRIMA SETTIMANA: CORPO E ABITUDINI

1) Alzarsi presto, verso le 6 di mattina. Avrai immediatamente più tempo a disposizione per dedicarti alle vostre cose. Il silenzio e la tranquillità della mattina vi permetteranno di concentrarvi meglio sui vostri affari, mentre gli altri dormono. Il mattino ha l’oro in bocca, diceva qualcuno. Ma è anche il momento ideale per risvegliare il metabolismo e fare degli esercizi che vi permetteranno di godere appieno la giornata. Scacciare la pigrizia e la mancanza di voglia di alzarsi, il primo pensiero dovrà essere: “Cosa voglio fare oggi per stare meglio?”. Uno dei segreti per cambiare vita è proprio quello di alzarsi presto e dedicarsi del tempo. Se è difficile alzarsi presto perché non si dorme bene, è opportuno andare a letto prima.

2) Alimentazione leggera. Per i prossimi cambiamenti avrete bisogno di un sacco di energia. Ed è molto probabile che tutta l’energia che avete in questo momento è utilizzata dal corpo per continuare a funzionare e contrastare l’influenza negativa di alcool, sigarette, cibi grassi, dolci, caramelle, ecc … Ma è possibile scegliere il tipo di cibo che si pensa sia corretto. Il veganesimo è un’opzione per alcuni, altri non potranno vivere senza carne (e questo è normale), altri decideranno di eliminare i fritti, e così via. Quel che è certo è che alcol, patatine, caramelle, bibite, salumi e cibo spazzatura vanno eliminati. Sarebbe anche prudente ridurre le dimensioni delle porzioni e non mangiare fino alla nausea prima di andare a letto e meglio ancora non mangiare durante la notte. Per quanto riguarda il resto del cibo è possibile ascoltare ciò che il corpo o il vostro nutrizionista vi consiglia. Non ponetevi obiettivi irraggiungibili ma aiutate il vostro corpo nutrendolo con alimentazione leggera, sana e deliziosa. Avrete più energia e starete meglio fisicamente e mentalmente.

3) Sport. Mens sana in corpore sano, dicevano i saggi latini. Ecco perchè il movimento – all’aria aperta o in palestra – sarà fondamentale nel vostro percorso di cambiamento. Si può iniziare andando in palestra, a piedi al lavoro o semplicemente dimenticando l’ascensore. Dipenderà da voi, l’importante è che venga fatto con coscienza e costanza.

SECONDA SETTIMANA: PULIZIA DEGLI SPAZI CHE VI CIRCONDANO

4) Pulire il vostro spazio. Ogni cosa nella vostra casa richiede non solo spazio ma prende anche un po’ della vostra energia, anche la più piccola cosa. Ne vale la pena? Buttate le cose inutili, dannose, vecchie, liberatevi degli inutili orpelli e lasciate solo ciò che veramente vi dà gioia. Fate quest’operazione in modo radicale e meticoloso e proverete, alla fine, un’immensa sensazione di benessere e leggerezza.

5) Pulizia di problemi e doveri. Da quanti anni volete imparare l’inglese? Da quanto tempo si era programmato di andare a vedere la zia? Pensate a tutte le promesse che avete fatto a voi stessi e agli altri e decidete, una volta per tutte, cosa fare. Avete due opzioni: o fare come con gli spazi ed eliminare le false promesse o comprare il biglietto e andare finalmente a trovare la zia. Fate quello che dovete fare piuttosto che sopportare il peso di tali doveri. E sarete felici, qualunque decisione prenderete. Perchè sarà, finalmente, la vostra decisione.

6) Pulizia intorno a te. Basta con quelle relazioni interpersonali che ti fanno sentire triste e ti appesantiscono. Basta con tutti coloro che sanno solo criticare e non sono mai soddisfatti di nulla, con quanti si ha poco o nulla in comune e si fa una fatica tremenda a stare insieme. Imparate a dire di no, a non sorridere per forza, a essere onesti fino in fondo. Per quanto riguarda i genitori anche se il rapporto con loro può essere difficile è sempre meglio cercare di migliorarlo e trascorrere più tempo con loro.

TERZA SETTIMANA: PIANI, OBIETTIVI E SOGNI

7) Scrivere e realizzare i piani. Preparate una lista di cose da fare e guardatela. Cosa ne pensate? Vi trasmette gioia, entusiasmo e voglia di iniziare? Se così non fosse vale la pena riscriverla finché non vi fa vibrare. Pensate a ciò che vi piace e a quello che invece non vi è piaciuto mai. Programmate non solo il lavoro ma anche il resto, il tempo con gli amici e con le persone che amate e, last but not least, il tempo da dedicare a voi stessi, che spesso si tende a dimenticare. La cosa importante è quello di definire i passi e le date sul da farsi, evitando di cadere nel “lo faccio dopo”.

8) Scrivere la lista delle cose “impossibili”. Si tratta di scrivere la lista dei sogni che non verranno mai realizzati, quel genere di cose che sembrano impossibili, tipo sradicare la fame nel mondo o scalare l’Everest a 89 anni. Mettete per un momento la logica da parte e immaginate che il mondo sia ai vostri piedi. Immaginate di poter disporre di tempo, denaro e talento a sufficienza per poter realizzare anche quello che sembra impossibile da realizzare. Quando andrete a rileggere questa lista, magari dopo un anno, scoprirete di essere stati capaci di soddisfare sogni e bisogni che sembravano impossibili. Perchè, in fin dei conti, impossible is nothing per chi ci crede veramente.

9) Fare piani giornalieri. Ogni sera preparate un piano di cose da fare per il giorno successivo: che siano piani brevi o lunghi, facili o difficili da mettere in pratica, non importa. Ciò che conta è avere un piano per aumentare la vostra produttività. E non dimenticate, di tanto in tanto, di chiedervi: dove sto andando? Perché lo sto facendo?

QUARTA SETTIMANA: AMPLIARE GLI ORIZZONTI

10) Cambiare stile di vita. E per far questo non c’è bisogno di apportare modifiche abissali: si può raggiungere il posto di lavoro dalla direzione opposta a quella che avete sempre preso, andare a bere il caffè in un bar mai frequentato o entrare in un negozio finora sconosciuto. E ancora: tentare di praticare diversi tipi di sport e di fare quello che non avete mai fatto. L’importante è rispondere sinceramente a questa domanda: che cosa posso fare in modo diverso ora? È necessario crearsi l’abitudine a provare qualcosa di nuovo ogni giorno per spezzare, gradualmente, la routine.

11) Lasciare i tuoi confort. Se in effetti avrete fatto quanto detto fino ad ora significherà che avete in parte lasciato la vostra “zona di confort”, composta da tutte quelle certezze che vi eravate creati e al di là della quale non vi spingevate. È il momento di andare oltre, di vedere in faccia le vostre paure, di combatterle. In questi casi i metodi radicali sono i più efficaci: avete paura dell’altezza? Andate a fare un lancio con il paracadute. Temere il vostro capo? Affrontatelo con sicurezza e piglio deciso. Avete paura di incontrare nuove persone? Andare a una festa dove non conoscete nessuno e createvi l’occasione di prendere il toro per le corna e parlare con persone nuove. Prova a vivere situazioni “estreme” fuori dalla vostra “zona di confort”.

12) Riposare. Scollegate internet, spegnete il telefono, staccate da tutto e tutti e restate soli con voi stessi. La solitudine è fondamentale per soppesare, con estrema lucidità e sincerità, la bontà del vostro percorso: che cosa vi è successo? Che cosa è cambiato? Quali cambiamenti permanenti ci saranno nella vostra vita dopo questo mese?

Ora siete in cammino, oltre le vostre aspettative, godete di giornate armoniose e consapevoli. È la strada giusta, la vostra strada.

Buona vita a tutti voi!

Loading...

Potrebbe piacerti anche Altri dello stesso autore