Il nonnismo nelle caserme russe è brutale: ecco il video

Inutile girarci intorno. Il nonnismo tra i militari esiste e chi lo nega o non è mai stato in caserma oppure è talmente ingenuo da credere agli asini che volano.

Del resto, come in ogni ambiente maschile, i più grandi fanno sentire il peso dell’età ai più piccoli, insegnando loro cos’è il rispetto per l’anzianità e come ci si deve comportare.

A volte, però, capita di oltrepassare i limiti e trascendere nel bullismo, che è cosa ben diversa e va fermamente condannata.

Nel caso che vi presentiamo, che riguarda una caserma in Russia, siamo in una situazione molto borderline, dove i nonni mettono in atto comportamenti brutali nei confronti delle spine.

Crisi russa finita, Putin applaude

Se una cosa del genere fosse accaduta in Italia, apriti cielo. Per fortuna siamo in Russia e Zar Vlad si starà facendo una risata dopo aver visto questo video.

Leggi di più
1 di 21

Nell’ex Unione Sovietica il nonnismo ha un nome ben preciso, dedovshchina (дедовщи́на), ed è un fenomeno acclarato e accertato.

Tutti sanno che nell’Armata Rossa e ora nelle Forze Armate Russe, così come nel FSB e nelle Forze Speciali Russe, i nuovi arrivati sono soggetti a brutalità di qualsiasi tipo.

Tra cui queste che potete vedere nel filmato.

Chiudiamo con una frase emblematica di Chris Kyle, lo sniper americano tra i 5 più letali nella storia:

Il nonnismo aiuta a ricordare da che parte sta l’esperienza, e chi è meglio guardare quando le cose si mettono male. Mostra anche a quelli che sono dentro da un po’ che cosa devono aspettarsi da nuovi. 

Loading...

Potrebbe piacerti anche Altri dello stesso autore