Sicurezza, Difesa e Intelligence

Google spegne Youtube, ecco i dispositivi off e come continuare a vederlo

Google spegne Youtube su alcuni dispositivi mobili. Interno degli uffici di Youtube a Los Angeles

Google “spegne” Youtube, secondo quanto riferito da Altroconsumo: ecco cosa succederà nelle prossime settimane e come evitare l’astinenza da Tubo.

Google, entro le prossime settimane la vecchia interfaccia di verrà completamente disattivata. Questo significa che chi possiede smartphone, tablet o SmartTv datati (e che non sono stati aggiornati dal 2013 in poi) non potrà più accedere a YouTube tramite l’app.

È il caso delle prime serie di iPhone o iPad, fermi a iOS 6, che non viene più aggiornato. Stesso limite anche per chi possiede la 1° o 2° serie di AppleTv per le quali, al momento, non è previsto alcun aggiornamento. Disservizio che riguarda anche molte SmartTv prodotte dal 2010 al 2013, diversi cellulari Android e anche alcune SmartTv basate sulla tecnologia GoogleTv (versione 1 e 2).

COME CONTINUARE A VEDERE I VIDEO SU YOUTUBE?

L’unico modo per continuare a vedere i video di YouTube su questi dispositivi sarà accedere tramite un browser che supporti HTML5 o Flash il che, però, non è sempre disponibile. Non esiste una norma che obblighi i produttori a fornire un costante supporto almeno finché le funzioni base di un dispositivo continuano a funzionare regolarmente.

Resta il fatto che la dipendenza da tecnologie che si evolvono in continuazione espone molti dispositivi “smart” al rischio di diventare obsoleti molto rapidamente, se il produttore non rilascia costanti aggiornamenti.

I PRODOTTI INTERESSATI AL PROBLEMA

Google ha diffuso una lista sommaria dei modelli interessati al problema, così come anche Panasonic e Sony. Per i dispositivi Apple fermi a iOS 6, invece, è possibile accedere a YouTube direttamente dal sito m.youtube.com.

Se hai un dispositivo Apple fermo a iOS 5 o una Apple Tv 1° e 2° serie e se l’escamotage del browser non funziona, invece, purtroppo non c’è soluzione al problema. I modelli del 2010 di SmartTv, lettori Bluray e mediaplayer di Samsung sono interessati al problema, potrebbero esserli anche quelli del 2011 e 2012.

Loading...