Tablet e Smartphone: 2013 sotto attacco hacker

Il rischio maggiore lo corrono i dispositivi Android. Nel 2013, si moltiplicheranno gli attacchi ai dispositivi mobili.

 

 

Tutti i maggiori vendor di sicurezza, da Stonesoft a F-Secure, da Kaspersky a Websense, puntano il dito sul pericolo associato all’uso di smartphone e tablet, una vera e proprio miniera d’oro per gli hacker del futuro.

La piattaforma Android, visto l’alto grado di apertura, sarà la più colpita, mentre iOS sarà la meno attaccata, per il grado di “chiusura” della piattaforma di sviluppo.

 

Kaspersky sostiene che più del 90% degli attacchi passerà dalla piattaforma di Google.

Le previsioni dell’azienda russa dicono che il malware via mobile esploderà nei prossimi 18 mesi, e nel 2013 è molto probabile che sarà l’anno del più grande worm per Android che potrebbe diffondersi via Sms o via App.

Secondo F-Secure, il malware per mobile sarà sempre più diffuso: i cyber-criminali creeranno toolkit acquistabili e utilizzabili da altri criminali che non hanno vere e proprie abilità hacking. In altre parole, il malware diventerà un servizio per Android.

Gli attacchi o le espressioni malevole si potranno manifestare in diversi modi: via Sms, via mail o anche via chat ma non solo.

Gli App store saranno, e lo sono già, popolate da App non sicure perché gli attuali controlli non sono efficaci, e perché gli hacker sanno come aggirarli.

La soluzione per ridurre al minimo le possibilità di subire un attacco, è una sola: mettere in sicurezza il proprio dispositivo.

Come? Con un antivirus gratis in grado di immunizzare e controllare in tempo reale il dispositivo.

Ce ne sono molti acquistabili sui vari store, ed i migliori non costano più di 10 euro all’anno.

 

Leggi dalla fonte originale: www.lastampa.it

Loading...

Potrebbe piacerti anche Altri dello stesso autore