Putin all’attacco, esercitazioni nel Mare Artico: il video

Vladimir Putin
Vladimir Putin

Un’impressionante esercitazione dell’Armata di Putin ha messo in chiaro agli eventuali nemici quali saranno le conseguenze di un attacco nel Mar Artico. Ecco il video.

Vladimir Putin continua a mostrare al mondo occidentale i muscoli.

La potenza di fuoco dell’Armata Russa, del resto, è nota negli ambienti militari. Ma un’impressionante esercitazione nella regione artica ha spiegato chiaramente al mondo occidentale cosa succederebbe in caso di un attacco nel passaggio a nord-est.

La militarizzazione dell'Artico ad opera della Russia di Putin
La militarizzazione dell’Artico ad opera della Russia di Putin

INTELLIGENCE ECONOMICA: L’IMPORTANZA STRATEGIA DEL MAR ARTICO

L’Oceano Artico è una delle parti di mare più strategiche e controllate del mondo.

Forse la più importante di tutte. 

Infatti, tocca i confini delle due super potenze attualmente in conflitto geopolitico tra loro. Vale a dire gli Usa e la Russia. Anche Canada e Groenlandia affacciano sul Mar Artico.

La presenza di giacimenti petroliferi da un lato e lo scioglimento dei ghiacciai dall’altro rendono questa parte del globo terrestre uno snodo economico fondamentale sullo scacchiere geopolitico che determinerà il nuovo ordine mondiale, basato tutto sull’intelligence economica.

Mappa Oceano Artico Putin
La mappa dell’Oceano Artico

Un recente articolo apparso sul sito della Sicurezza Nazionale approfondisce quest’ultimo concetto:

“Nel 1990 Edward Luttwak annunciò la nascita di un nuovo ordine mondiale in cui l’economia doveva prendere il posto degli eserciti. Le guerre guerreggiate sarebbero diventate un ricordo del passato una volta sostituite da quelle economiche. La lotta tra i Paesi sin qui delineata non è altro che la rappresentazione della competizione strategica per la conquista dei mercati e per l’aumento del potere a livello globale. Qualora basata sull’intelligence economica, tale competizione potrebbe portare ad un nuovo sistema di governance ovvero di ordine mondiale generalmente accettato.”

La Russia di Putin vuole determinare questa nuova governance.

E si mantiene attiva su tutti i fronti: da quello interno al Medio Oriente, passando per le relazioni asiatiche con India e Cina fino alla difesa dei confini, in Crimea e nel Mar Artico, appunto.

Il report dei Servizi Segreti italiani spiega perfettamente le dinamiche che sono sotto gli occhi di tutti:

“Ancora oggi, uno dei problemi connessi alla costruzione di un nuovo ordine mondiale è rappresentato da una Russia molto più decisa a non accettare il ruolo subalterno che l’amministrazione americana aveva tentato d’assegnarle e di sfruttare tutte le carte ancora a sua disposizione.”

UN’IMPRESSIONANTE DIMOSTRAZIONE DI FORZA

Putin, giustamente, non si rassegna a fare il secondo. E vuole mostrare al mondo perché è in grado di prendere in mano i destini del futuro nuovo ordine.

Come lo dimostra?

Anche attraverso queste spettacolari e impressionanti dimostrazioni di forza militare nella difesa di confini strategici, come il Mare Artico.

Ecco il video.

Loading...

Potrebbe piacerti anche Altri dello stesso autore