Sicurezza, Difesa e Intelligence

GIS Carabinieri, la simulazione di intervento è spettacolare

Il Gruppo di Intervento Speciale dei Carabinieri ha effettuato una spettacolare simulazione di intervento a Livorno. Tra i protagonisti anche il cane Gas, che ha dimostrato ancora una volta il suo straordinario coraggio. Ecco il video.

GIS Carabinieri nel 1985
Una foto storica del GIS Carabinieri: nel 1985, prima di un’operazione

A Livorno, presso la Caserma Vannucci, è di stanza il famigerato (per i cattivi) GIS Carabinieri guidato dal mitico Comandante Alfa.

In passato spesso vi abbiamo raccontato le loro gesta, rivelandovi anche le tecniche di addestramento del Gruppo di Intervento Speciale dei Carabinieri.

Il reparto è stato istituito il 6 febbraio 1978, in piena emergenza terrorismo, per idea, impulso e direttiva dell’allora Ministro dell’Interno, On. Francesco Cossiga, che aveva visitato numerosi Paesi europei al fine di acquisire un’approfondita conoscenza dei rispettivi reparti speciali.

Ancora oggi, tutti gli operatori del G.I.S. provengono dal I Reggimento Carabinieri Paracadutisti “Tuscania”.

Sono volontari, con età non superiore ai trent’anni e con ottimi precedenti disciplinari.

Le prove selettive per accedere al G.I.S. sono molto impegnative e constano anche di visite mediche e valutazioni psicoattitudinali finalizzate ad accertare la capacità operativa in situazioni ad elevato stress fisico e psicologico.

Il personale che compone il reparto, le cosiddette teste di cuoio, sono in continuo addestramento, visto l’evolversi delle minacce terroristiche che sconvolgono il mondo.

Rientra in quest’ottica di miglioramento costante la spettacolare simulazione di intervento svolta di recente a Livorno.

Curiosità: ha partecipato anche il cane Gas, che ha dimostrato ancora una volta il suo straordinario coraggio.

Ecco il video.

Come ha rivelato lo stesso Comandante Alfa in questa intervista:

“Nella scelta degli uomini che vanno in missione noi guardiamo se è un pensante perché i requisiti tecnici ce li hanno tutti, il problema è capire se il ragazzo possa inserirsi nel gruppo, che abbia voglia di sacrificarsi e sacrificare la loro gioventù. Perché siamo 24 ore su 24 pronti a partire in 30 minuti e raggiungere tutto il territorio nazionale. Non esistono discoteche, non esiste il cinema, non esiste niente. Abbiamo bisogno di tranquillità all’interno del gruppo, perché il gruppo si rafforzi.”

Onore al GIS Carabinieri!

Loading...