USURA/ Il Molise tra le regioni più a rischio

Secondo l’Associazione Contribuenti Italiani, che ha analizzato i dati dello Sportello Antiusura nel periodo 2005-2010, il Molise rientra tra le regioni fortemente a rischio usura. Non sarebbe una novità, viste le infiltrazioni criminali presenti sul confine campano e sul versante adriatico, ma per il 2011 le previsioni sono fortemente negative. Anche perchè l’indebitamento della famiglie è cresciuto e le tasse da pagare sono sempre di più…

 

L’usura, nel 2011, rischia di colpire il 92.3% di persone in più rispetto a due anni fa. A rischio, imprenditori e contribuenti a causa delle difficoltà economiche generali in cui versa il Paese. A rivelare la propensione a due cifre è l’Associazione Contribuenti Italiani, analizzando i dati rilevati dallo Sportello Antiusura nel periodo 2005-2010.

Il cosiddetto sovra-indebitamento delle famiglie italiane, nel 2010, è cresciuto del 129% rispetto al 2009 e questo – stando alla nota diffusa dall’Associazione – genera una propensione all’usura maggiore. Per questo 2011 appena iniziato, si stima che cadranno nella rete oltre due milioni di persone che sono già a rischio usura. Nel 2010 il livello medio di debito dei contribuenti singoli si è assestato sui 33.620 euro, mentre i piccoli imprenditori hanno debiti per oltre 52mila euro.

Le regioni più a rischio, sul fronte dell’usura, sono attualmente Campania, Veneto, Valle d’Aosta, Sicilia, Piemonte, Abruzzo, Emilia Romagna, Lombardia, Toscana, Lazio, Puglia, Calabria, Liguria, Friuli V-Giulia, Umbria, Trentino-A.Adige, Sardegna, Basilicata, Marche e Molise. Il picco di rischio per l’usura dovrebbe registrarsi secondo le stime nel mese di giugno 2011, in concomitanza con la riscossione dei tributi.

Che il Paese sia sempre più a rischio usura – spiega l’Associazione Contribuenti Italiani – lo dimostrano anche due fattori: sempre più persone pagano le tasse a rate e sempre più florido sembra diventare il gioco d’azzardo. Il gioco d’azzardo legalizzato, unitamente alle difficoltà di accesso al credito da parte delle banche può portare chi ha bisogno di denaro direttamente nelle mani degli usurai.

USURA, POSSIBILI SOLUZIONI – Lo Sportello Antiusura dell’Associazione Contribuenti Italiani suggerisce di evitare il prelievo fiscale su quei soggetti (singoli o imprese) assistiti dalle Fondazioni antiusura, per permettere loro di risollevarsi. Al Governo è stata chiesta anche una riforma fiscale con prelievi più equi e il blocco del gioco d’azzardo.

 

Tratto da Vostrisoldi.it

 

Loading...

Potrebbe piacerti anche Altri dello stesso autore