Assalto al portavalori sulla A14, bottino da 600mila euro: ecco il video e le foto

Assalto sulla A14, la macchina in fiamme e la coda sul lato opposto

Nel pomeriggio di ieri un gruppo di banditi ha assaltato un furgone portavalori sulla A14, all’altezza del casello di Cesena Nord, con un bottino da 600mila euro: ecco il video e le foto.

Come scrive Repubblica, “l’autostrada Adriatica A14 si è trasformata ieri pomeriggio in uno scenario da Far West. Uomini armati hanno assaltato un portavalori fra i caselli romagnoli di Valle del Rubicone e Cesena sud (in direzione nord), bloccando il furgone”.

Prima di fuggire il commando ha dato alle fiamme le auto

Il commando, formato da oltre sei uomini, ha sparato numerosi colpi e poi si è dileguato.

I malviventi”, riferisce Fanpage, “erano armati di kalashnikov e avevano il volto coperto: hanno incendiato la loro auto per bloccare il traffico, gettato chiodi sull’asfalto per interrompere la corsa di un camion, minacciato il camionista e “parcheggiato” l’autotreno di traverso per sbarrare la strada. In seguito hanno saltato il guardrail e sull’altra corsia hanno fermato un’auto puntando una pistola all’autista.”

Un lettore ha ripreso la scena dell’assalto

Tre le guardie giurate presenti sul veicolo, di cui una è stata leggermente ferita. E dal loro racconto, fatto agli inquirenti, emergono maggiori e inquietanti particolari sull’accaduto.

Il commando di banditi era organizzatissimo, “una decina in tutto” secondo il Corriere della Sera, e si spostava “su tre suv – due Range Rover e un X5 – con un addestramento quasi militare, mephisto sul volto e indumenti da reparti speciali”.

Il fumo dell’auto in fiamme subito dopo l’assalto sulla A14

La cronaca del Corriere è disarmante:

Con la corsia libera i rapinatori inseguono il bersaglio, un furgone portavalori della società Civis scortato da un’auto.

Obbligano a rallentare la macchina mettendosi davanti e centrandola con delle raffiche.

Fermano il blindato con lo stesso sistema. Alcuni dei banditi salgono sul tetto (pare non rinforzato) aperto come una scatoletta di tonno con un flessibile, la sega usata per tagliare il metallo.

Puntandogli contro i kalashnikov, il gruppo di fuoco «convince» le due guardie giurate nella parte posteriore a non reagire.

Poi prelevano il contante custodito in sacche. Ma riescono a portare via solo una «minima parte» dei tre milioni trasportati perché i vigilantes riescono ad azionare il dispositivo anti-rapina: quello che fa «esplodere» una sostanza schiumogena che «tinteggia» le banconote, tracciandole e rendendole inutilizzabili.

A questo punto la fuga. Alcuni prendono la Volvo di un automobilista e una parte scappa percorrendo la carreggiata opposta gettando altri chiodi a tre punte. Altri invece si sarebbero dileguati scavalcando il guard-rail e scomparendo tra i campi. Dove forse avevano altre auto.

Autostrada bloccata dopo l’assalto al furgone portavalori

Il bottino è stato di “appena” 600mila euro, sui tre milioni che trasportava il portavalori.

Il video è stato inviato da un lettore al quotidiano online Cesena Today.

GUARDA IL VIDEO CON LE AUTO IN FIAMME

Loading...

Potrebbe piacerti anche Altri dello stesso autore