Il futuro è mobile: tablet e smartphone uccidono il pc, ai minimi dal ‘94

Addio vecchi pc, ormai gli utenti preferiscono usare smartphone e tablet, tecnologici, pratici, comodi e sempre più simili ai vecchi personal computer.

 

Nel primo trimestre del 2013, secondo uno studio della società di ricerca IDC, c’è stato un crollo record delle consegne mondiali di pc, con un calo del 13,9%, il peggior dato dal 1994, quando la società ha iniziato questo tipo di analisi. E così IDC avverte: il ribasso sulle stime già negative per l’anno, pari a un -1,3%, potrebbe essere dietro l’angolo.

Nei primi tre mesi dell’anno il numero di pezzi consegnati è sceso a 76,3 milioni, segno sempre più evidente che i consumatori preferiscono acquistare altri dispositivi al posto dei pc. Non è servito neanche il recente lancio di Windows 8 a risollevare il dato: anzi, secondo IDC il nuovo sistema operativo di Microsoft avrebbe addirittura aggravato il rallentamento del dato, compromettendo la tradizionale esperienza degli utenti a causa di caratteristiche da tablet non eccellenti che compromettono l’esperienza tradizionale del personal computer.

A prescindere dall’andamento del comparto, Hewlett-Packard ha mantenuto la sua posizione dominante con la consegna di quasi 12 milioni di pc, un dato comunque in calo del 24% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. A seguire si è piazzata Lenovo con 11,7 milioni di pc consegnati, in linea rispetto al 2012. Apple (di cui non sono stati presi in considerazione i tablet) si è aggiudicata il terzo posto con 1,4 milioni di computer distribuiti, in calo del 7,5% sul primo trimestre del 2012. Per IDC, la quota di mercato del gruppo di Cupertino, in California, è arrivata al 10%, in rialzo del 9,4% dell’anno scorso. Dell si è fermata invece a poco più di 9 milioni di pezzi, con un calo dell’11% sull’anno prima.

 

LEGGI DALLA FONTE ORIGINALE – Ilmondo.it 

Loading...

Potrebbe piacerti anche Altri dello stesso autore