Sicurezza, Difesa e Intelligence

I migliori 50 ristoranti del mondo: vince uno spagnolo, primo italiano al terzo posto.

A salire sul gradino più alto del podio, quest’anno è stato El Celler de Can Roca a Girona, in Spagna. Un ristornate gestito da tre fratelli che hanno unito le loro abilità per dar vita a un mix esplosivo. Al secondo posto si piazza, invece, il Noma di Copenaghen, in Danimarca. Ecco la classifica completa.

C’è anche un italiano nella top ten dei migliori ristoranti del mondo.

È l’Osteria Francescana di Massimo Bottura a Modena che si aggiudica il terzo posto al Word’s 50 Best Restaurants, il concorso annuale organizzato dalla rivista Restaurant, in cui vengono premiati i migliori cappelli bianchi del pianeta da una giuria composta da 900 esperti internazionali nel settore della ristorazione: cuochi, ristoratori, gastronomi e “semplici” buone forchette provenienti da 26 Paesi diversi si riuniscono per stilare la lista dei 50 best restaurant.

A salire sul gradino più alto del podio, quest’anno è stato El Celler de Can Roca a Girona, in Spagna. Un ristornate gestito da tre fratelli che hanno unito le loro abilità per dar vita a un mix esplosivo. Al secondo posto si piazza, invece, il Noma di Copenaghen, in Danimarca.

Solo un ristorante negli Stati Uniti nella top ten: l’ Eleven Madison Park a New York City è arrivato al quinto posto. Per scovare gli altri italiani, invece, si deve scendere al ventisettesimo gradino della classifica dove troviamo Le Calandre di Massimiliano Alajmo, a Rubano in provincia di Padova. Quarantesimo e quarantunesimo posto rispettivamente per Combal.Zero gestito e diretto dallo chef Davide Scabin a Rivoli, in provincia di Torino e Piazza Duomo ad Alba, in provincia di Cuneo.

Il premio come miglior chef femminile è andato a Nadia Santini, capocuoca nostrana che opera della cucina del ristorante Dal pescatore a Mantova.

Loading...