Come diventare incursore dell’Esercito Col Moschin – LA GUIDA COMPLETA

Come diventare incursore dell’Esercito Col Moschin e far parte del 9° Reggimento d’Assalto Paracadutisti? Ecco tutte le info su selezione, addestramento e stipendio.

Come diventare incursore dell'Esercito Col Moschin
Come diventare incursore dell’Esercito Col Moschin

Gli Incursori del IX Reggimento d’Assalto Paracadutisti Col Moschin sono i fieri eredi della tradizione di audacia, patriottismo ed onore di cui i commandos Arditi del Primo Conflitto Mondiale furono precursori.

Comunemente chiamato “il nono”, è uno dei 4 reparti di Forze Speciali Italiane FS TIER 1 e il suo motto è “Della folgore l’impeto”.

Come diventare incursore dell’Esercito Col Moschin – “Il Nono”

Nelle sue diverse componenti inquadra Ufficiali, Sottufficiali e Volontari in servizio permanente o in ferma breve/prefissata.

Tutti sono addestrati e selezionati mediante un iter formativo della durata di circa due anni (5 mesi per i VFB/VFP4).

Gli Incursori sanno muovere e combattere in tutti gli scenari operativi, dall’alta montagna all’ambiente subacqueo e anfibio, a seguito di aviolanci da alta quota o per infiltrazione a piccoli nuclei.

Sono particolarmente addestrati ad operare in contesti caratterizzati da elevata autonomia operativa ed a grande distanza dalle linee amiche.

Leggendario è il loro coltello, l’Extrema Ratio MF2 Ordinanza, acquisito nel 2002 e definito la quintessenza dei coltelli da combattimento puro.

extrema ratio col moschin mf2 ordinanza

Il reggimento è di stanza a Livorno.

La Bandiera di Guerra è decorata di: due Ordini Militari d’Italia; una Medaglia d’oro al Valore dell’Esercito; tre d’Argento al Valor Militare; una d’Argento al Valore dell’Esercito.

La festa del reggimento cade, come per tutti i reggimenti paracadutisti, il 23 ottobre, anniversario della battaglia di El Alamein (1942).

Santo Pelliccia, classe 1923, reduce della battaglia di El Alamein

Unico nel suo genere, il reggimento recluta personale attraverso selezioni fisiche condotte da appositi Nuclei presso le Scuole ed i Reggimenti Addestramento Volontari.

Requisiti per diventare incursore dell’Esercito Col Moschin

I requisiti per presentare la domanda sono:

  • avere massimo 26 anni d’età;
  • non aver riportato alcuna condanna per delitti colposi e non colposi;
  • appartenere alla categoria ufficiali (nel grado fino a tenente), sottufficiali o volontari (VFP4 e VSP);
  • non essere stato ammesso a riti alternativi per delitto colposo o non colposo, o sottoposto a misure di prevenzione;
  • non essere mai sottoposto a sanzione disciplinare di stato;
  • aver riportato in sede di valutazione caratteristica, negli ultimi due anni, valutazioni o punteggi non inferiori a “superiori alla media” o equivalenti (avere un ottimo stato di servizio);
  • non aver già frequentato corsi di formazione FS/FOS con esito negativo (a meno che la dimissione/rinuncia sia stata originata per motivi di salute);
  • non essere stato soggetto alla revoca del brevetto di “paracadutista militare” (per chi ne è in possesso).

Una volta presentata la “Domanda per il Bacino FS/FOS”, si attende di essere chiamati per le preselezioni fisiche e il tirocinio di selezione.

Selezioni e prove per diventare incursore dell’Esercito Col Moschin

Incursori in movimento su ponte scoperto di nave in movimento 9 col moschin ship boarding
Incursori Col Moschin in movimento su ponte scoperto di nave in movimento (addestramento ship boarding)

Gli Ufficiali vengono selezionati presso la Scuola di Applicazione dell’Esercito di Torino, Marescialli e Sergenti alla Scuola di Viterbo ed i Volontari sia in Sevizio Permanente che in Ferma Prefissata, come già detto, presso i Reggimenti Addestramento Volontari.

La preselezione iniziale per il nono prevede il superamento delle seguenti prove:

  • dieci (o più) trazioni alla sbarra;
  • trenta (o più) piegamenti sulle braccia (flessioni);
  • quindici (o più) piegamenti alle parallele;
  • quaranta (o più) piegamenti addominali;
  • corsa piana, 1500 mt, in massimo 6′.

Ciascuna prova, tranne la corsa, deve essere completata in un tempo massimo di 1 minuto.

La formazione per diventare incursore dell’Esercito Col Moschin

Gli idonei alle preselezioni, al termine dei rispettivi iter di formazione presso Scuole e RAV, raggiungono la 101^ Compagnia del Reparto Addestramento Forze Speciali del Reggimento, dove affrontano un Tirocino Pratico.

Tale tirocinio ha luogo due volte l’anno nei mesi di maggio-giugno oppure ottobre-novembre.

Dopo aver ripetuto le prove di preselezione, gli idonei affrontano le tre settimane del tirocinio.

Dovranno, quindi, completare sette marce zavorrate su percorso noto, a difficoltà crescente.

Si comincia con una marcia diurna di 10 kilometri su percorso in piano; si finisce con una marcia notturna di circa 24 kilometri su terreno vario.

Accompagna gli aspiranti incursori uno zaino di 20 kilogrammi di peso.

Il corso per diventare incursore dell’Esercito Col Moschin – 1^ Fase

Gli idonei al termine delle tre settimane sono avviati alla frequenza del corso per Guastatore Paracadutista, della durata di circa 11 mesi per il personale in Servizio Permanente.

Un corso di circa cinque mesi qualifica Guastatori Paracadutisti i Volontari in Ferma Prefissata della 111^ Compagnia del Reggimento.

Il corso è strutturato in moduli addestrativi di durata variabile che riguardano:

  • topografia e navigazione terrestre;
  • armi e tiro;
  • esplosivi e tecniche di demolizione;
  • addestramento individuale al combattimento;
  • tecniche di primo soccorso.

Ciascuna fase è a carattere selettivo.

Gli idonei, superati gli immancabili esami, ottengono la specializzazione di Guastatore Paracadutista.

Così si chiude la 1^ fase della preparazione dei futuri Incursori.

Come diventare incursore dell'Esercito Col Moschin
Incursori del Col Moschin durante la parata del 2 giugno

Il corso per diventare incursore dell’Esercito Col Moschin – 2^ Fase

La seconda fase della formazione avviene sia presso i Centri Addestramento di specialità dell’Esercito che presso la Marina Militare:

  • sci, roccia e combattimento in montagna presso il Centro Addestramento di Alpinismo di Aosta;
  • tecnica dell’aviolancio in caduta libera da alta quota pressa il Centro di Addestramento di Paracadutismo di Pisa;
  • corso per subacquei e navigazione marittima presso la Marina Militare a La Spezia.

Un ulteriore periodo presso il RAFOS perfeziona la preparazione nelle discipline specifiche delle Forze Speciali dell’aspirante incursore.

Il personale giudicato idoneo al termine del lungo ciclo addestrativo, consegue la specializzazione di Incursore Paracadutista e viene assegnato alle Compagnie Incursori del Reggimento.

Ulteriori corsi presso scuole di formazione internazionali completano le capacità di questi combattenti d’élite.

Quanto guadagna un incursore del Col Moschin?

Col Moschin azione notturna
Col Moschin in azione notturna

Il trattamento economico, secondo la normativa vigente, prevede una base mensile più l’indennità giornaliera per le missioni all’estero.

Per cui lo stipendio finale varia a seconda del grado e della pericolosità della missione.

Calcolando che l’indennità giornaliera media è circa 150/200 euro e che la base mensile varia tra i 4mila e i 6mila euro, un incursore del 9° può percepire tra gli 8mila e i 12mila euro, con punte fino a 20mila euro.

Sappiate, però, che parliamo di un calcolo molto approssimativo.

Chi è interessato a saperne di più può consultare la legge 78/83 (e aggiornamenti) sulle indennità di impiego operativo per i reparti incursori.

VIDEO Addestramento e selezione per diventare incursore dell’Esercito Col Moschin