Sicurezza, Difesa e Intelligence

George Soros vende al ribasso: è il segnale di una crisi finanziaria in arrivo

George Soros, lo speculatore più cinico e importante del mondo
George Soros, lo speculatore più cinico e importante del mondo

Quando uno come George Soros muove le sue pedine finanziarie bisogna stare all’erta. E se il più grande speculatore finanziario vende miliardi di dollari al ribasso significa una sola cosa: crisi finanziaria in arrivo. Ecco tutte le info riportate dal Wall Street Journal.

George Soros sa forse qualcosa di cui il resto del mondo non è al corrente? Questa è la domanda che si pone Michael Snyder su Theeconomiccollapseblog.com .

Membro attivissimo del Bilderberg e del CFR, il finanziere ungherese naturalizzato statunitense è il padrone di uno dei fondi di investimento più grandi del mondo, il Soros Fund Management LLC, che gestisce 30 miliardi di dollari.

Nel corso degli anni è stato protagonista di speculazioni finanziarie che hanno reso lui ricchissimo e ridotto la “vittima” del caso sul lastrico:

“Nel ’92 fece crollare la lira e svalutare la sterlina, nel ’97 contribuì al crollo dei mercati asiatici e nel 2014 ha colpito il settore bancario vendendo tutte le sue azioni di Bank of America, JP Morgan e Citigroup”.

George Soros sulla copertina del Financial Times nel 1992
George Soros sulla copertina del Financial Times nel 1992

Negli ultimi giorni le sue mosse finanziarie hanno catturato l’attenzione di Gregory Zuckerman, che sul Wall Street Journal scrive:

“Preoccupato per le prospettive dell’economia globale e temendo che di qui a poco vi possano essere grossi cambiamenti di mercato, il miliardario fondatore di hedge fund e filantropo ha recentemente diretto una serie di grandi investimenti al ribasso, stando a quanto riferiscono persone a lui vicine. La Soros Fund Management LLC, che gestisce 30 miliardi di dollari per il signor Soros e la sua famiglia, ha venduto stock e ha comprato oro e azioni di compagnie che si occupano di estrarlo, anticipando la debolezza di vari mercati. Spesso gli investitori considerano l’oro come un bene rifugio durante i periodi di agitazione”.

LE MOSSE DI GEORGE SOROS: ORO, MINIERE E DERIVATI

Il Soros Fund ha acquistato oltre 19 milioni di azioni della Barrick Gold Corp., realizzando un profitto di 90 milioni di dollari nell’ultimo trimestre.

Barrick Gold Corp negli ultimi 3 mesi
Barrick Gold Corp negli ultimi 3 mesi

Il fondo dello squalo Soros ha acquistato anche un milione di azioni della mineraria Silver Wheaton Corp. , che gli hanno fruttato un guadagno del del 28% finora nel secondo trimestre.

Silver Wheaton Corp negli ultimi 3 mesi
Silver Wheaton Corp negli ultimi 3 mesi

L’automatismo è sempre lo stesso: se George Soros si muove guadagna. Perché già sa cosa succederà. Il punto è che comprare oro, minerari e derivati – vale a dire beni rifugio – è un segnale chiarissimo di crisi finanziaria in arrivo, per cui i finanzieri tendono a proteggere, speculando, il loro patrimonio fino a incrementarne il valore.

GOLDMAN SACHS SEGUE SOROS

Anche la famigerata banca d’affari Goldman Sachs ha seguito le mosse speculative di George Soros e con una nota ai suoi clienti – firmata dall’equity strategist Christian Mueller-Glissmann – ha delineato i timori dell’azienda riguardo al fatto che ci potrebbe essere un significativo rischio al ribasso per il mercato:

Christian Mueller-Glissmann di Goldman Sachs
Christian Mueller-Glissmann di Goldman Sachs

“I mercati sono più fragili e di recente la bilancia si è spostata ulteriormente verso posizioni negative”.

Più chiaro di così.

George Soros e Goldman Sachs, in definitiva, stanno guardando gli stessi dati economici e ne traggono la medesima conclusione: recessione e crisi finanziaria in arrivo.

Ha voglia il signor Premier Matteo Renzi a raccontare frottole: quello che ci aspetta non è la ripresa di cui si favoleggia in Italia.

Loading...