Papa Francesco superstar: “Masticherà foglie di coca”. A quando i festini in Vaticano?

Papa Francesco andrà in Bolivia

Papa Francesco continua a stupire ma questa volta ha davvero esagerato: “Masticherà foglie di coca.” E poi, cosa succederà in Vaticano?

Secondo quanto ha riferito il ministro della Cultura boliviano Marko Machicao parlando alla radio e alla televisione di stato, Papa Francesco avrebbe fatto sapere di voler masticare foglie di coca quando andrà in Bolivia in visita ufficiale.

Il ministro ha espressamente ricordato che:

“Abbiamo offerto al Papa un tè di coca per l’altitudine. Ma lui ha espressamente chiesto di poterle masticare. Quindi aspetteremo il Santo Padre con la sacra foglia di coca”.

La Bolivia del Presidente Evo Morales è tra i maggiori produttori mondiali di foglie di coca, che vengono utilizzate contro il mal d’altura. Le coltivazioni, dopo alcuni anni di riduzione o stabilizzazione, si stanno reincrementando rapidamente per il ritorno ad un uso indigeno ed originale di questa pianta.

La coca fa parte da secoli della cultura andina, e il masticarla è assai comune (e perfettamente legale) in Bolivia. Potete comprare un sacco di foglie essisìccate in un mercato. La coca è uno stimolante, e deprime l’appetito. Masticare delle foglie per qualche minuto addormenta le labbra e la gola.

Ricorda lo slogan (stampato sulle T-shirts): La hoja de coca no es droga (“La foglia di coca non è una droga”). Ma la cocaina, assolutamente, è una droga illegale. Ricorda di masticare e basta la foglia; se la deglutisci ‘il risultato sarà un forte mal di stomaco. Un altra considerazione: se bevi te di coca o mastichi fogle di coca, puoi risultare positivo al test della coca per un mese. Cosa che a volte succede ai piloti che atterrano a La Paz e non conoscono questo effetto collaterale.

Papa Francesco non ha nè smentito nè commentato questa notizia. Vediamo cosa succederà tra il 6 e 12 luglio, quando sarà andrà in America Latina e visiterà Bolivia, Ecuador e Paraguay.

Loading...