Sicurezza, Difesa e Intelligence

È Charlie Sheen la superstar di Hollywood malata di Aids: e ora si teme un’epidemia

Charlie Sheen ha perso i denti a causa dell’utilizzo smodato di droghe

È Charlie Sheen la superstar di Hollywood malata di Aids: lo annuncerà oggi al Today Show. Ecco la sua incredibile storia, raccontata da Dagospia.

La megastar di Hollywood ritenuta affetta da AIDS ha ora un nome: Charlie Sheen, che negli ultimi due anni, per combattere la devastante diagnosi, è diventato un recluso nella sua casa, dove fuma crack, guarda a ripetizione i suoi vecchi film, e invita attori porno (uomini e donne) pagati tra i 25.000 e i 30.000 dollari a testa, a notte. 

Charlie Sheen in Scary Movie 3

Pare che l’attore annuncerà la sua condizione in un’intervista alla trasmissione “Today Show”. Finora era stato così paranoico sul suo segreto, tanto che in garage ha creato una specie di check point, dove gli invitati devono lasciare i cellulari e firmare un accordo di non divulgazione, davanti alle guardie di sicurezza.

Lo scorso giugno l’attore era così strafatto che non è riuscito a lasciare la stanza da letto per partecipare alla cena che lui stesso aveva organizzato, pagando chef e camerieri. A raccontarlo è un regista di film per adulti che conosce chi ha frequentato villa Sheen: «Non gli piace allontanarsi da casa. Prima di arrivare in garage, ci sono vari cancelli da superare, poi le ragazze sono controllate dai tre uomini della sicurezza e dalle videocamere, lasciano i cellulari e firmano l’accordo in cui si impegnano a non raccontare cosa succede dentro. Ma come si fa a non raccontare quando esci con 25.000 dollari in tasca? Charlie fuma crack almeno dal 2010 e non smette, nonostante le sue condizioni siano pessime da circa sei mesi. E’ magrissimo, pallido, sanguina e ha cerotti dappertutto, insomma sta uno schifo. E’ così che ti riduce quella roba. La gente gli vuole bene ma è come se avesse smesso di vivere. Non credo sia ignaro di ciò che gli succede. Lo sa ma non sa come uscirne fuori».

La villa di Charlie Sheen

Oltre alla droga, Charlie ha un’ossessione per film e attori porno e per i transessuali. Dice un’altra fonte: «Trova le ragazze su Twitter e tramite loro contatta le pornostar che vuole, dà una lista di preferenze e paga le intermediarie. Più gente portano, più soldi incassano. Parliamo di migliaia di dollari, è incredibile quanto soldi abbia. Nella sua stanza c’è un cassetto pieno di contanti».

La scorsa settimana una pornostar che aveva appena fatto sesso con Charlie disse di temere un’epidemia di AIDS nell’industria per adulti, visto i tanti che avevano dormito con lui. «La preoccupazione c’è ma gli attori porno fanno rigorosi test ogni due settimane» assicura il regista porno.

«Lo scorso agosto stavamo girando a Los Angeles quando arrivò questa ragazza con il portafogli zeppo di soldi. Era appena stata da Charlie. Le chiesi se aveva usato protezioni e lei mi rispose che senza condom non lo avrebbe mai toccato. Era così malmesso che a stargli accanto si temeva per la propria vita. Ma finora nessuno aveva mai parlato di HIV».

Un Charlie Sheen davvero malridotto

Il regista ricorda di un’altra notte brava circa 18 mesi fa: «Charlie invitò in villa un attore porno, un mio collega che però era eterosessuale. Mi disse che lì dentro trovò qualsiasi droga possibile e immaginabile, e che Charlie aveva accanto una pornostar e tre bellissime “domestiche” che si occupavano di lui. Tre supermodelle. Una era proprio quella che lo aveva contattato, secondo la lista di preferenze di Sheen. Il ragazzo fu pagato 24.000 dollari per un paio d’ore di compagnia. Tutti erano nella stanza del cinema, guardavano un film porno e facevano varie attività sessuali, poi Charlie chiese alle donne di lasciarlo solo con il ragazzo. Nella lista aveva indicato anche dei trans».

Loading...