Stampanti 3D, come funzionano e cosa si può realizzare

 Il cioccolato 3d mini

Le stampanti 3D rappresentano il futuro per la realizzazione di qualunque oggetto immaginabile: da una casa fino a un dente, passando per un feto e finendo alla carrozzeria di un’automobile (senza dimenticare i cibi…) non c’è limite alla creatività che ognuno di noi ha dentro di sé. Ecco come funzionano e cosa si può realizzare.

 

Entro pochi anni le stampanti 3D non saranno più soltanto un prodotto per nerd e appassionati di tecnologia in generale ma diventeranno un prodotto di massa che cambierà, per sempre, il rapporto tra sé e il mondo esterno. Secondo una ricerca IDC entro 4 anni il valore del mercato delle stampanti 3D aumenterà di almeno 10 volte, andando a influire persino su settori strategici quali quello aerospaziale (gli astronauti potranno stampare cibo), automobilistico (esiste già un’auto ecologica la cui carrozzeria è interamente stampata in 3D) e medica (in Italia una piccola azienda del Nord-Est è riuscita a stampare un dente).

STAMPANTI 3D – COME FUNZIONANO

La stampa 3D è nota anche come “manifattura additiva” e riguarda la produzione creativa industriale di oggetti e componentistica strato dopo strato, utilizzando solo il materiale necessario allo scopo, attraverso l’utilizzo di complesse tecnologie hardware e software. Non c’è limite alla fantasia umana: pistole, feti, sex toys, cibi, interi edifici, sono stati già stampati in 3D.

Possiamo parlare di rivoluzione industriale? Certamente sì, siamo in presenza di un evento virtuoso che cambierà il mondo. Perché virtuoso? Perché invece di costruire macchine e oggetti in serie, con il rischio di sprechi pazzeschi, impareremo a produrre solo ciò di cui realmente necessitiamo, con una precisione millimetrica.

Se internet ha rappresentato il passaggio dal reale al virtuale, la stampante 3D ci fa compiere il percorso inverso, riportando nel mondo fisico oggetti virtuali.

“Do it yourself”, il classico fai-da-te, è già dietro l’angolo, visto che possiamo riprodurre ciò che in casa ci serve giornalmente in poche ore: basta personalizzare il file, scegliere il materiale, mandarlo in esecuzione e stampare. Tutto su misura.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.