Smartphone al top ? Ecco le migliori occasioni per risparmiare senza rinunciare alla qualità

smartphona al top come spendere meno senza perdere qualità

Spendere 700 euro per un nuovo iPhone o un phablet appena arrivato a scaffale oppure puntare su un modello “vecchio” di pochi mesi a prezzi decisamente più abbordabili. Non mancano le possibilità di fare buoni affari. Cercando in Rete e non solo.

 

Di pregi ne ha parecchi, compreso il prezzo. Il display da 4,95 pollici con risoluzione Hd (1920 x 1080 pixel e 445 ppi), il processore quad core Snapdragon 800 da 2,3 GHz e la connettività 4G/LTE e Wi-Fi dual-band sono fra questi. Senza dimenticare la presenza dell’ultima versione di Android, la 4.4 KitKat. Per chi è amante degli smartphone “Google inside” è sicuramente un’ottima scelta anche se la fotocamera non è all’altezza di quella degli altri prodotti top di gamma. Il modello con 16 Gbyte di memoria costa 349 euro, quello con 32 Gbyte arriva a 399 euro.

Il telefonino ammiraglia della casa coreana, con a bordo il sistema operativo Android 4.2.2, ha attualmente un prezzo di listino di 599 euro; sul Web si può comprare fra i 430 e i 480 euro. Il firmware per aggiornare il Galaxy S4 alla versione 4.3 è in distribuzione da Tim, Vodafone e Wind (manca all’appello, per il momento, solo 3 Italia) mentre quello per la release 4.4 KitKat dovrebbe arrivare a gennaio. Per il Galaxy S3, invece, il rilascio del primo upgrade è ancora bloccato in Europa (quello di KitKat è prevista non prima di marzo 2014) e i rischi di alcuni malfunzionamenti (crash delle applicazioni, fenomeni di “battery drain” anche in assenza di uso intensivo del telefono, difficoltà di connessione a Internet via reti Wi-Fi) rimangono. Si può però trovare online in offerta a 329 euro, contro i 499 di listino. Rispetto al Galaxy S4 lamenta uno schermo di polliciaggio inferiore (4,8 pollici contro 5), una fotocamera meno potente (sensore da 8.0 megapixel contro i 13 del modello top) e in generale una peggiore usabilità.

Detto che per aggiornarlo da Android Jelly Bean 4.1 installata di serie alla versione 4.4 KitKat bisognerà aspettare la primavera prossima, il penultimo smartphone con penna magica di Samsung rimane un ottimo dispositivo per chi vuole qualcosa in più del classico telefonino. Lo schermo da 5,5 pollici a tecnologia Super Amoled è perfetto per riprodurre video, anche se il processore quad core si ferma a una velocità di 1,6 GHz. Non è inoltre compatibile con le reti 4G Lte. Su diversi negozi online si può trovarlo in offerta fra i 350 e i 420 euro (l’originale prezzo di listino era fissat a 699 euro) a seconda delle configurazioni e del colore.

Molti addetti ai lavori ritengono il G2 il miglior smartphone Android (con Jelly Bean versione 4.3, l’aggiornamento a KitKAt 4.4 è atteso per i primi mesi del 2014) oggi disponibile sul mercato. Dalla sua ha la connettività 4G Lte, una fotocamera da 13.0 megapixel e un display touch Full Hd da 5,2 pollici, il tutto motorizzato da un processore quad core Snapdragon da 2,26 GHz. Il suo tratto distintivo, a livello di design, sono i tasti funzione fisici sul lato posteriore. A listino costa 599 euro (e fino al 6 gennaio in promozione viene regalata una cover Piquadro) ma online si può trovare sotto i 500 euro. Un’alternativa percorribile, sempre di casa Lg, è l’Optimus G Pro, lanciato in estate a 700 euro. Su alcuni siti si può acquistare questo phablet con schermo da 5,5 pollici Full Hd e avanzate capacità multimediali intorno ai 400 euro.

Il prodotto di punta della casa taiwanese con display da 4,7 pollici ha un prezzo di listino oggi ribassato a 600 euro (dai 679-699 iniziali) e la versione mini con display da 4,3 pollici di 450 euro. Online lo stesso smartphone, uno dei più dotati tecnicamente fra i prodotti Android di fascia alta (schermo da 4,7 pollici, processore quad core, fotocamera ultrapixel e sistema BeatsAudio), si può trovare anche intorno ai 500 euro. Più conveniente, per ovvi motivi legati alla sua carta di identità tecnica, la versione Mini, che su Internet è facilmente acquistabile spendendo fra i 340 e i 380 euro. Per entrambi è già disponibile l’aggiornamento alla versione 4.3 Jelly Bean di Android rispetto alla 4.2 installata di serie e all’interfaccia Sense 5.5.

Quello della casa cinese è uno smartphone che può fare al caso di chi cerca un prodotto dalle buone prestazioni (più o meno in linea con quelle del Samsung Galaxy SIII, per intenderci) con un occhio di riguardo al prezzo. Equipaggiato con sistema operativo Android (versione 4.2.2 Jelly Bean, ma passerà a gennaio alla 4.4. KitKat) di serie, vanta a specifica un display Hd da 4,7 pollici e lo combina con un processore quad core 1.5 GHz, connettività 3G e fotocamera posteriore con sensore da 8.0 megapixel (quella anteriore è di 5.0 megapixel). Molto limitata la memoria interna, di appena 8 GByte, da incrementare con una scheda microSD fino a 32 Gbyte. Bello da vedersi e fra i più sottili in assoluto, ha il pregio non indifferente di costare poco: online lo si può infatti trovare anche sotto i 300 euro.

L’attuale telefonino top di gamma di Nokia con a bordo Windows Phone, escludendo il camera phone Lumia 1020 e il nuovo phablet Lumia 1520 da 6 pollici, è un apparecchio che si fa apprezzare sia in fatto di design (anche se lo spessore è superiore a quello del Galaxy S4 e dell’iPhone 5) che in fatto di funzionalità (in particolare quelle fotografiche, grazie alla fotocamera PureView da 8.7 megapixel con lenti Carl Zeiss). A listino costa oggi 499 euro (dai 599 iniziali del lancio) e acquistandolo a prezzo pieno si ha diritto a un vaucher di 20 euro da spendere in app sul Windows Store. In promozione presso qualche catena è offerto a 299 euro. Online lo si può facilmente trovare sotto i 400 euro e per uno smartphone 4G Lte con display da 4,5 pollici è sicuramente un buon prezzo. I precedenti Lumia, serie 820 e 920, sono ancora a più buon mercato ma si trovano solo in abbinamento a un piano dati dei vari operatori e non offrono le stesse prestazioni del 925. Una novità in prospettiva, l’arrivo in Italia è previsto (ma non ci sono dettagli precisi in tal senso) nel 2014, è il Lumia 1320, un phablet 4G da 6 pollici Full Hd che verrà lanciato a livello internazionale (senza sussidi) a 339 dollari.

Quello di Sony è uno smartphone Android (nasce con Jelly Bean 4.1) molto robusto a livello di chassis e non a caso uno dei suoi pregi è quello di essere resistente all’acqua e alla polvere. A livello di capacità non ha molto da invidiare ai top di gamma della concorrenza in virtù della connettività 4G integrata, la fotocamera da 13.0 megapixel e lo schermo da 5 pollici Full Hd che sfrutta alcune tecnologie proprie dei pannelli dei televisori Bravia di Sony. Il processore non è fra i più potenti del lotto, ma è comunque un quad core da 1,5 GHz. Il prezzo di mercato è oggi di 499 euro e quello del lancio di 649 euro. Online lo si trova anche sotto i 400.

Anche se dotato del sistema operativo BlackBerry di ultima generazione, la versione 10.2, questo telefonino paga il calo di popolarità del marchio anche per le sue non eccelse caratteristiche tecniche. È infatti dotato di connettività 3G Hspa, una fotocamera da 8.0 megapixel, processore Snapdragon S4 dual core da 1,5 GHz e un display Hd da 4,2 pollici a tecnologia Super Amoled. In diversi negozi online si può comprare a 360-400 euro, rispetto ai 499 di listino. Un’idea per i nostalgici del BlackBerry.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.