Scaricare musica da Youtube in pochi secondi su PC, Mac, Android e iPhone

Scaricare musica da Youtube, ecco il metodo per farlo in pochi secondi su PC, Mac, Android e iPhone: leggi la mini guida preparata per te.

Scaricare musica da Youtube in pochi secondi, ecco come fare

Scaricare musica da Youtube in pochi secondi, ecco come fare

Scaricare musica da Youtube è un’operazione che fanno, o provano a fare, migliaia di persone ogni giorno. Sono ragazzi e ragazze, uomini e donne che come te amano ascoltare musica in ogni momento della giornata e preferiscono averla a disposizione nei loro dispositivi elettronici, fissi o portatili.

Questa mini guida ti permetterà, quindi, di scaricare musica gratis online su PC, Mac, Android e iPhone senza installare alcun programma o app.

Leggi qui se, invece, vuoi scaricare video da Youtube.

SCARICARE MUSICA DA YOUTUBE IN POCHI SECONDI

La prima cosa che devi fare è andare su Youtube e scegliere la canzone che vuoi avere a portata di ascolto sul tuo dispositivo.

Scaricare musica da youtube gratis online Primo passaggio: scegliere la canzone che si vuol scaricare

Primo passaggio: scegliere la canzone che si vuol scaricare

Seleziona l’url della tua musica preferita e copialo: con CTRL+C se navighi da PC; con CMD+C se navighi da Mac; con il tapping+copia se navighi con Android o iPhone.

Scaricare musica da youtube online Secondo passaggio: copiare l'url

Secondo passaggio: copiare l’url

Vai su Youtube mp3 (qui il link) e incolla l’url nello spazio apposito: con CTRL+V se navighi da PC; con CMD+V se navighi da Mac; con il tapping+incolla se navighi con Android o iPhone.

Scaricare musica da youtube gratis Terzo passaggio: incollare l'url nello spazio apposito

Terzo passaggio: incollare l’url nello spazio apposito

Clicca su “converti il video” e poi su “scarica”.

Scaricare musica da youtube Quarto passaggio: cliccare su scarica

Quarto passaggio: cliccare su scarica

Questo è il sistema più immediato, che in pochi secondi ti permette di convertire un video Youtube in formato mp3.

SCARICARE MUSICA DA YOUTUBE, LE ALTERNATIVE

E se questo metodo non funziona? No problem, esistono due alternative altrettanto semplici, valide e funzionanti.

La prima è Flvto.biz (qui il sito) e la seconda è Onlinevideoconverter.com (qui il sito): la procedura da seguire è sempre la stessa.

Al momento in cui scriviamo tutti i siti segnalati sono perfettamente funzionanti.

Buon ascolto.

TUTTO QUESTO È LEGALE?

Qui finiamo in un campo minato dove i cavilli giudiziari sarebbero infiniti e non permetterebbero di dare una risposta certa e definita al quesito.

Diciamo che, in linea di massima, sarebbe vietato convertire un video in mp3 e scaricare il file sul proprio dispositivo elettronico. Perchè, così facendo, si usufruisce a gratis di un prodotto musicale che è a pagamento.

Ma il bello di internet è proprio questo: avere gratis ciò che prima bisognava comprare.

E qui ci viene in mente la profezia di Bill Gates, espressa nel lontano 1994 con il libro La strada che porta a domani:

“Verrà un giorno, e non e molto lontano, in cui potremo concludere affari, studiare, conoscere il mondo e le sue culture, assistere a importanti spettacoli, stringere amicizie, visitare i negozi del quartiere e mostrare fotografie a parenti lontani, tutto senza muoverci dalla scrivania o dalla poltrona. Lasciando l’ufficio o l’aula scolastica, non ci staccheremo dalla rete. Allora il computer sarà più di un oggetto da portare con noi o di uno strumento da acquistare. Sarà il nostro passaporto per una nuova vita mediatica.”

Il senza muoverci dalla scrivania implica la gratuità con cui si compiono quelle azioni. Proprio quella stessa gratuità che, dai tempi di Napster, caratterizza il rapporto tra utente e intrattenimento musicale.

Sean Parker co-fondatore di Napster film senza limiti gratis hd

Sean Parker, co-fondatore di Napster

L’ALTRA FACCIA DELLA MEDAGLIA

Secondo la produttrice discografica Caterina Caselli questo rapporto deve assolutamente cambiare:

“Non c’è dubbio la canzone su internet deve essere pagata. Magari poco, ma non può essere completamente gratuita. Perché dietro alla canzone c’è un grande lavoro di tanti professionisti”.

È passato alla storia lo sfogo di Adriano Celentano nel 2009.

All’epoca scrisse una lettera di fuoco indirizzata al Corriere, dal titolo Internet: la fossa dei panettieri:

“La musica non è soltanto business ma è espressione di creatività e la creatività, in ogni tempo, va sostenuta, incoraggiata e protetta; la musica apre le menti e riscalda l’anima non soltanto dell’uomo, ma dello stesso «progresso tecnologico» che non avrebbe futuro se ci facesse perdere di vista il cuore e gli stimoli creativi che essa ci dà. La musica è il pane contro lo stress dell’uomo moderno. Ma se chiunque, attraverso «Internet», la può scaricare senza pagare un minimo di pedaggio, succederà che presto non ci sarà più nessuno che farà il pane… e allora anche i numeri binari dell’era digitale comincerebbero a barcollare e ad avere dei seri giramenti di testa.”