Infiltrato.it diventa 3.0!

infiltrato 3.0

Ci siamo: la versione 3.0 di Infiltrato.it da stamattina è online! Dopo mesi di lavoro, e grazie ai Vostri suggerimenti, possiamo presentarci con una veste nuova e innovativa. Il nostro è un regalo per tutti Voi, che oramai da 3 anni ci seguite con assiduità e spirito critico.

 

Quando nel luglio 2010 la barca dell’Infiltrato è salpata nel mare aperto del web nessuno di noi si aspettava di crescere in maniera esponenziale e in così poco tempo.

Su tutto, ed ecco l’aspetto che più ci ha stimolati nel costruire un Infiltrato 3.0 , si è creata una community di lettori con un fortissimo spirito critico e una propensione a “combattere” con la Redazione per avere contenuti aggiornati ed esclusivi e un portale più leggero, veloce, interattivo, partecipativo.

In tantissimi ci segnalate dove possiamo migliorare, quali tematiche approfondire, come costruire un rapporto autore-lettore improntato alla fiducia ed al rispetto. E questo abbiamo sempre cercato di fare, imponendoci uno stile giornalistico aggressivo, fin troppo a volte, ma spudoratamente onesto.

Siamo tra i pochi che, sulla pagina facebook e via e-mail, rispondiamo alle Vostre sollecitazioni, pronti anche ad un confronto “battagliero” e sincero purché nei confini dell’educazione.

Ma tutto questo non era più sufficiente, perché dopo 3 anni di lavoro e con l’informazione on-line che si evolve in maniera repentina, si sentiva la necessità – sia da parte nostra che Vostra – di una piattaforma più completa e “democratica”.

Da quando internet si è sostituito alla carta stampata, il lettore non è più un attore passivo di ciò che legge, guarda e ascolta ma diventa egli stesso protagonista, e molto spesso anche costruttore, della notizia. Basti pensare all’importanza dei social network nel giornalismo del Terzo Millennio.

Ecco allora che abbiamo deciso di proiettarci nel futuro e lanciare un Infiltrato 3.0 sulla base di quattro principi fondamentali, per rendere il giornale:

1) MULTIMEDIALE. Le foto (e i video, aggiungiamo noi) si leggono, le notizie si guardano. Questo vecchio adagio giornalistico è ancor più attuale oggi, per offrire al lettore le mille sfaccettature della realtà di cui si circonda, da guardare con i propri occhi seppur dietro uno schermo. Nelle sezioni foto e video, mancanti nella precedente versione, potrete soddisfare questa esigenza.

2) INTERATTIVO/PARTECIPATIVO. Il giornale siete Voi. Tiziano Terzani, un faro per chi fa il nostro mestiere, diceva che se un albero non viene raccontato, visto, vissuto da nessuno semplicemente non esiste. Così accade per L’Infiltrato, che sarebbe niente se non ci foste Voi a renderlo vivo, forte, pungente e stimolante. Alla fine di ogni articolo troverete un form per contribuire alla notizia, inviando segnalazioni, foto, video, link o segnalare errori. In questo modo sarete Voi stessi a partecipare attivamente alla stesura del giornale.

3) VELOCE. Internet è soprattutto, ma non solo, immediatezza e velocità. In quest’ottica abbiamo reso il sito più leggero, scorrevole e immediato.

4) MOBILE. Una buona percentuale dei nostri lettori naviga L’Infiltrato con dispositivi mobile: smartphone, tablet, blackberry, iPhone e iPad sono e saranno sempre più lo strumento del futuro. A giorni saranno disponibili – in forma gratuita – le app Infiltrato 3.0 per Ios e Android, scaricabili direttamente dal sito.

 

Cresciamo, ancora e insieme!

Buon Infiltrato 3.0 a tutti.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.