Il futuro è della Pay Tv: nel 2018 un miliardo di abbonati

pay tv del futuro

Nell’epoca degli smartphone e degli acquisti su internet, tutto oggi si muove intorno alla possibilità di accedere sempre e ovunque ai contenuti desiderati, senza eccezioni nemmeno in ambito televisivo, come emerge da un’indagine pubblicata su Facile.it

 

Un passaggio da fruitori passivi ad attivi che sta rivoluzionando il mercato, favorito anche dalla recente transizione al Digitale Terrestre, con la nascita di nuovi canali e l’espansione del mercato delle Pay TV, un tempo relegate al satellite e al cavo.

I dati mondiali parlano chiaro: nel 2018 saranno 553 milioni i decoder DDT principali installati nelle case, con ritmi di crescita vertiginosi soprattutto al di fuori di quell’Europa già all’avanguardia nel settore.

A beneficiare di questo boom, secondo un’indagine di Digital TV Research, saranno proprio le TV a pagamento, in grado di rispondere alle rinnovate esigenze di un pubblico televisivo a caccia delle offerte migliori in fatto di sport, cinema e intrattenimento, possibilmente in anteprima e in modalità on demand.

Stando allo studio della nota società inglese di ricerche, nel 2018 gli abbonati alle Pay TV (DDT, cavo e satellite) raggiungeranno quota 1 miliardo, a seguito di un percorso di crescita continuo: 772 milioni nel 2012 e 814 milioni in 2013.

Il maggiore contributo a questa espansione arriverà dalla regione Asia-Pacifico, destinata a detenere il 59% del mercato globale con 587 milioni di abbonati. A guidare il boom, neanche a dirlo, sarà la Cina con 313 milioni di abbonati entro il 2018, seguita dall’India con 158 milioni. Al terzo posto gli Stati Uniti, per i quali sono previsti “solo” 107 milioni di abbonati.

Per quanto riguarda il grado di penetrazione delle Pay TV, analogiche e digitali, Digital TV Research stima che raggiungerà quota 55,7% alla fine del 2013, per salire al 63,1% nel 2018 (picco dell’86% in Nord America). A capo di questa speciale classifica, un po’ a sorpresa, è la piccola Olanda con il 99,5% alla fine del 2018.

Pay TV alla conquista del mondo quindi, ma con quali tecnologie? Da oggi al 2018 il numero di case dotate di TV digitali crescerà di 667 milioni unità, raggiungendo quota 1.453 miliardi, grazie a: 240 milioni di nuovi collegamenti via cavo, 225 milioni decoder digitali terrestri principali (7 milioni Pay DTT), 98 milioni Pay IPTV, 73 milioni Pay DTH (Direct-broadcast satellite) e 31 milioni Free-To-Air DTH.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.