Connettere 5 miliardi di persone, il nuovo obiettivo di Zuckerberg che lancia internet.org

 mondo connesso internet.org

Al grido di “la connessione è un diritto umano”, Mark Zuckerberg – già fondatore di Facebook – lancia una campagna mondiale per portare la connessione in ogni zona del globo. Chissà cosa ne pensano gli indigeni…

 

Si chiama“internet.org” ed è la nuova campagna, lanciata dal fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, atta a rendere internet fruibile in ogni angolo del globo. Il progetto rientra infatti nel ben più ampio piano di estendere la copertura web nelle zone in cui non è ancora presente, come certe aree dell’Africa.

Già Google, nelle settimane scorse, aveva annunciato di voler intraprendere un percorso simile, attraverso l’installazione dei loon, i palloni aerostatici dotati di antenne radio.

Internet.org, invece, punta sul “mobile”, tanto più che Facebook, nei giorni scorsi, ha reso disponibile la propria app per i telefonini vintage e low cost, come quelli utilizzati nei paesi emergenti.

Nel presentare la campagna, Zuckerberg ha spiegato che “la connessione è un diritto umano”.

Per smentire le voci che lo vedrebbero come un approfittatore che tenta d’arricchirsi a spese dei paesi più poveri, ha poi aggiunto: “Se volessimo solo pensare ai soldi, sarebbe sufficiente il miliardo di persone che è già connesso a Facebook. Ha più disponibilità economica di tutti gli altri 5 miliardi di persone che non accedono al web nel mondo.”

“Pensiamo invece che tutti hanno il diritto di essere connessi”, ha concluso. “La stessa possibilità di condividere le proprie opinioni e di esprimersi liberamente”.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.