Arriva Skype Translator: e le telefonate verranno tradotte in tempo reale

SKYPE TRANSLATOR mini

Entro la fine dell’anno sarà possibile parlare, via skype, con persone di lingua diversa e avere una traduzione in tempo reale della conversazione: ecco i dettagli, rivelati da Wired.

 

Presto le barriere linguistiche potrebbero non rappresentare più un ostacolo alle comunicazioni tra le persone. Satya Nadella, AD di Microsoft, ha presentato infatti un nuovo sistema per tradurre in tempo reale le chiamate e le videochiamate effettuate via Skype. L’annuncio è stato fatto durante un meeting di Code Conference, la serie di conferenze organizzate da Re/code.

La funzionalità è ancora in fase di test e dovrebbe essere disponibile entro la fine dell’anno come applicazione per Windows 8. Il roll out coinvolgerà poi tablet e smartphone e sarà accessibile attraverso l’utilizzo della tradizionale applicazione Skype.

Sullo stato dell’arte Nadella ha specificato che la nuova opzione per ora funziona con un numero limitato di lingue e che, ad esempio, è in fase di ultimazione la versione che traduce dall’inglese al tedesco e dal tedesco all’inglese. Per un prodotto più completo – che vada al di là della versione base che sarà rilasciata entro fine anno – Microsoft ha calcolato che saranno necessari altri due anni e mezzo.

L’interesse di Microsoft nei confronti dei sistemi per la traduzione simultanea non è cosa nuova e risale a circa 10 anni fa, ma in un primo momento la possibilità di applicare questa funzionalità a Skype non sembrava realizzabile. A partire dal 2010 gli sviluppatori sono riusciti a fare importanti passi avanti nella traduzione delle telefonate, mentre nel frattempo ci si è concentrati anche sui sistemi di riconoscimento vocale, sulla loro precisione e sulla ricchezza dei loro vocabolari. Nel 2012, in Cina, Microsoft aveva già anticipato un primo prototipo per la traduzione in tempo reale, attraverso una dimostrazione in diretta effettuata durante un discorso in inglese che su uno schermo veniva sottotitolato in mandarino.

Le potenzialità dello strumento, se reso disponibile ed efficace per tutte le lingue e per tutti gli utilizzatori di Skype nel mondo, sarebbero enormi e potrebbero cambiare in pochi anni il modo di comunicare, ponendo fine alle barriere che spesso, ancora oggi, rappresentano un limite difficilmente valicabile. Non è solo Microsoft ad impegnarsi nello studio e nella realizzazione di soluzioni di traduzione in tempo reale, ma lo stanno facendo tante realtà più o meno conosciute a livello globale.

Anche Google, ad esempio, sta investendo molto negli ultimi anni nel tentativo di migliorare le funzionalità Translate, soprattutto su smartphone.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.