Sex-app, ecco le più hot del momento: se il Kamasutra diventa tech

Divertirsi a letto con hot-applicazioni che insegnano tecniche e posizioni sessuali: un bel gioco…

 

sex_app_kamasutraIl telefonino, nel bene e nel male, è protagonista assoluto delle nostre giornate. E un po’, ammettiamolo, ci ha davvero semplificato la vita.

Soprattutto da quando non si digita e basta, ma si “sfiora” rendendo ancora più precisa, immersiva ed emozionale l’esperienza interattiva. Lo usiamo per tutto, per giocare, cucinare, viaggiare, lavorare. E ora, anche per fare l’amore.

Da un recente sondaggio promosso dal sito BroadbandChoices.co.uk e pubblicato dal New York Daily News, è emerso che troppa tecnologia a letto mette in crisi i rapporti di coppia. In pratica, la sera a letto si passa più tempo a giocare a Ruzzle che a scambiarsi effusioni.

Ma per fortuna ci sono le sex-app a riportare un po’ di equilibrio e di pace nell’alcova. Così il telefono diventa sex-coach, insegna a far bene l’amore e a divertirsi a letto. A confermarlo è uno studio inglese condotto da Ukmedix e pubblicato sul Daily Mail: 1 inglese su 4 scarica applicazioni “hot” per avere consigli e dritte su posizioni e tecniche amatorie.

E il 56% degli utenti dice anche di averle trovate utili.

Ma le app possono davvero aiutare a far bene l’amore?

«Certo. Non c’è niente di strano. Sono l’equivalente hi-tech di un film porno, di un giocattolo erotico o di una ripresa con la videocamera. Un modo per uscire dai soliti schemi e provare qualcosa di nuovo e di stimolante», spiega la psicosessuologa Roberta Rossi dell’Istituto di Sessuologia Clinica di Roma.

Bang-with-friends«L’importante è non farla diventare un’abitudine. Usarla quando non si ha più fantasia, niente da dirsi o da inventarsi, niente che accenda in modo naturale l’eccitazione è un rischio per la relazione. L’app va presa come un gioco da condividere con il partner. Ogni tanto fa bene. Tutti i giorni meglio di no», precisa l’esperta.

Tra le più scaricate ci sono Love position, Best sex tips, Truth Or Dare (una specie di gioco della bottiglia in chiave hot). Ma la sexy applicazione del momento è sicuramente Bang with friend, l’app di Facebook che nata da poche settimane ha già raccolto più di ventimila utenti.

Di che si tratta? Semplice: basta registrarsi, connettersi al social network e invitare uno dei propri amici a fare sesso. In pratica, una specie di sex-poke. Ma perché passare da uno strumento del genere per cercare un partner? Perché non farlo direttamente?

«Le app e i social network fanno da filtro delle emozioni e permettono anche agli insicuri e ai timidi di lanciarsi alla ricerca di un amico di letto. Il boom di contatti si spiega con la difficoltà sempre maggiore di creare relazioni reali, vere. E la comunicazione, più distante e fittizia, fa incassare meglio anche un eventuale rifiuto», spiega la psicosessuologa.

E se già Bang with friend può sembrare un’app al limite, sappiate che c’è di peggio. Sex Counter: WEmotion, utilizzata soprattutto da chi considera il sesso una performance più che un piacevole passatempo. Fornisce dati (da condividere con altri utenti e confrontarli, nota bene) sulla durata del rapporto, sui ritmi tenuti e persino sulle calorie bruciate.

In più, suggerisce anche posizioni nuove e ha un calendario per appuntare luoghi e date degli incontri amorosi. Nel caso in cui doveste dimenticarvi. O peggio, confondervi.

 

LEGGI DALLA FONTE ORIGINALE – D.Repubblica.it