Prestiti personali: senza busta paga e senza garante? Ecco come fare

Scritto da Redazione Infiltrato.it |
Pubblicato Domenica, 10 Agosto 2014 13:34

prestiti personali senza busta paga e senza garante

La gravissima crisi economica che stiamo vivendo ha determinato situazioni al limite del paradosso. Ma quando si è davvero in difficoltà, come fare per richiedere prestiti personali senza busta paga e senza garante? Ecco le possibili soluzioni.

 

Se sei arrivato su questa pagina sai già che ottenere prestiti personali senza busta paga e senza garante è difficile. Ma non impossibile. Certo, è vero che la crisi economica ha di fatto chiuso i rubinetti di quegli enti e istituti creditizi che dovrebbero far circolare la moneta, ma le soluzioni si trovano.

Ecco quindi come fare per ottenere prestiti personali senza busta paga e senza garante, fermo restando che chi eroga il prestito ha bisogno di garanzie, seppur minime. Quali possono essere?  

  • Immobili di proprietà (case, terreni etc): gli istituti creditizi cui vengono chiesti prestiti personali senza busta paga e senza garante possono concedere il finanziamento in cambio di una garanzia, strutturata come forma di ipoteca su un immobile di proprietà. Va da sé che bisogna essere assolutamente certi di poter restituire il prestito o comunque di investire il denaro in maniera oculata, altrimenti il rischio è quello di ritrovarsi poi senza soldi né casa. Occorre quindi ragionare bene sul motivo per cui si chiedono prestiti personali senza busta paga e senza garante.
  •  Canone di affitto: qualora il richiedente percepisca un canone di affitto su un immobile di proprietà, l’istituto di credito può valutare quell’affitto percepito come reddito continuativo e quindi erogare l’importo in proporzione all’affitto percepito.
  • Beni mobili e immobili (gioielli, quadri, libri, titoli etc): anche in questo caso gli istituti creditizi prenderebbero come garanzia al finanziamento i beni mobili o immobili di proprietà del richiedente.
  • Terzo garante: la figura di un terzo garante, che quindi garantisce per il richiedente, è una forma di tutela accettata dall’istituto creditizio, che in questo caso eroga i prestiti, fermo restando la garanzia espressa dal terzo in questione (che di solito è una figura vicina, per parentela o amicizia, al richiedente). 

Chiaramente il prestito richiesto dovrà essere congruo al valore delle ipoteche offerte e non potrà superare una certa soglia, quindi non andare al di là di un’operazione di microcredito.

E nel caso in cui non si possano offrire ipoteche nel richiedere prestiti personali senza busta paga e senza garante?

L’unica strada in questo caso è che ci siano delle entrate, anche a nero, per cui l’istituto finanziario può sentirsi garantito nel concedere la somma richiesta.

Non è da sottovalutare, infine, la possibilità di richiedere prestiti personali senza busta paga e senza garante allo Stato, che offre tutta una serie di agevolazioni, in forma di contributi e sovvenzioni anche a fondo perduto, a coloro i quali si trovano in una determinata condizione e che vogliano iniziare attività lavorative in proprio.

Ricapitolando: si possono ottenere prestiti personali senza busta paga e senza garante offrendo immobili, beni mobili o immobili come ipoteche, o con un terzo che garantisce. In alternativa bisogna dimostrare delle entrare, anche a nero, o chiedere aiuto allo Stato.

Per ulteriori informazioni clicca sui banner informativi presenti nella pagina.


Contribuisci a questa notizia
Segui l'Infiltrato

LA TUA COMMUNITY
segui l'Infiltrato
I PI CLICCATI SU INFILTRATO.IT