PlayStation 4: l’attesa non è finita! Per vederla bisognerà aspettare Natale

playstation_4_lattesa_non_finisceAlla presentazione ufficiale a New York, della console si è visto ben poco. Ma la casa giapponese ne ha svelato le caratteristiche principali, facendo intuire che si tratta di un pc superdotato

 

 

Niente da fare. L’attesa non è finita, o meglio è appena cominciata. Chi questa notte sperava di conoscere il nuovo aspetto della madre di tutte le console, quella che negli anni è diventata un modo di dire, è rimasto deluso. La PlayStation di quarta generazione, con cui Sony cerca di ritrovare lo slancio di un tempo, non si è vista, e per trovarla nei negozi bisognerà aspettare il prossimo Natale. Il prezzo, secondo i siti specializzati nipponici, si aggirerà intorno ai 320 euro.

Mark Cerny, sviluppatore di punta della casa giapponese, davanti ai cinquecento giornalisti chiamati a raccolta da tutto il mondo all’Hammerstein Ballroom di Manhattan, in buona sostanza ha semplicemente dato un’aurea di ufficialità alle anticipazioni e alle indiscrezioni che sono rimbalzate per settimane in Rete, senza però mai mostrare direttamente il nuovo gioiello. Definirla console, infatti potrebbe essere estremamente riduttivo: con 8 GigaByte di memoria ram e un processore con architettura x86 parlare di “pc superdotato” è lecito. Tant’è vero che sarà possibile interrompere la partita e riprenderla semplicemente premendo il tasto di accensione, come avviene sui computer con la funzione “sleep”.

L’unico hardware che è stato svelato è il joypad. Il DualShock 4 avrà una superficie tattile e uno “share button” che consentirà di condividere in tempo reale la sessione di gioco con gli amici, sfidandoli o facendosi aiutare a superare un livello particolarmente difficile. Altra promessa di Sony è quella della piena integrazione con i principali siti di social networking, Facebook in testa. Un sistema di telecamere, sul modello di Kinect, dovrebbe poi consentire il gioco attraverso il riconoscimento corporeo. Grazie a Gaikai, piattaforma streaming acquisito recentemente da Sony, si potranno testare i titoli in uscita prima di comprarli o giocare via remoto sulla portatile Ps Vita. Tutti i vecchi giochi delle tre precedenti generazioni saranno poi giocabili non solo su PS4, ma anche su altri dispositivi, iPad compreso. Insomma, tanta roba, direbbe qualcuno. Ma la domanda è: sarà abbastanza per rivitalizzare un mercato, quello delle console domestiche, che subisce la concorrenza sempre più agguerrita di tablet e smartphone?  

 

LEGGI DALLA FONTE ORIGINALE Max.gazzetta.it