Le più grandi stranezze sessuali: paese che vai sesso che trovi

le_pi_grandi_stranezze_sessualiSebbene l’atto sessuale sia per tutti uguale, sono molti i paesi che conservano tradizioni che potrebbero risultare inusuali per noi italiani, e che riguardano questa sfera intima. Ecco gli esempi più strani.

 

Paese che vai, sesso che trovi. Sebbene l’atto sessuale sia per tutti uguale, sono molti i paesi che conservano tradizioni che potrebbero risultare inusuali per noi italiani, e che riguardano questa sfera intima. Un esempio? A Guam le ragazze vergini non hanno diritto di sposarsi, e le famiglie quindi assoldano professionisti per deflorarle prima dell’evento.

In Colombia invece in alcune zone è ancora solida la regola che vuole che la prima notte di nozze sia consumata sotto lo sguardo vigile delle rispettivi madri, che devono essere testimoni del fatto. Decisamente estrema è la pratica in Giappone di eiaculare sul viso della propria partner, sempre la prima notte di nozze, per propiziare un avvenire sereno alla coppia; il “Bukkake” ha origini antichissime, e anche se adesso è una parola più conosciuta per definire una categoria molto ricercata di pornografia, anticamente le sue intenzioni erano ben più innocenti.

Decontestualizzare tradizioni troppo lontane dalla nostra cultura è giocoforza un’azione superficiale, ma senza pretendere di capirle fino in fondo possiamo ispirarci a loro per migliorare il nostro rapporto con il partner: potreste per esempio informarlo del fatto che in Burkina Faso le donne hanno il consenso del marito ad avere uno o più amanti, o che in Congo se si desidera un uomo lui non può sottrarsi al nostro volere. Attenzione però in Indonesia, se avete tendenza all’autoerotismo: in questo paese infatti la masturbazione in pubblico è illegale al punto da essere punibile con la decapitazione. Insomma, per evitare sorprese bisogna farsi bastare l’amore nostrano, ma con l’immaginazione si può sempre viaggiare!

 

LEGGI DALLA FONTE ORIGINALE Libero.it