Google Maps e iPhone di nuovo insieme: l’app è scaricabile sullo Store

googlemaps_iosOra è ufficiale. Le mappe di Google tornano sull’iPhone, grazie ad un’app scaricabile dallo store Apple.

 

L’annuncio è sul blog di Mountain View che parla di un’app “riprogettata interamente” e di “un’interfaccia sviluppata per rendere la ricerca ancora più facile e veloce”.

Il divorzio tra Apple e Google si era consumato prima del lancio dell’iPhone a giugno. Ma le mappe elaborate dalla Mela hanno scatenato molte polemiche (buon ultimo l’invito della polizia stradale australiana a non utilizzarle per non ritrovarsi in zone deserte…) tanto che l’ad Tim Cook in persona si è scusato con gli utenti.

“L’applicazione offre alla mappa più spazio sullo schermo e ne rende la fruizione in mobilità estremamente intuitiva. Il risultato è una mappa vettoriale ancora più nitida che si carica velocemente e consente di ruotare agevolmente le visuali 2D e 3D”, spiega sul blog di Google Daniel Graf, responsabile di Maps per il mobile.

La nuova app di Google Maps è disponibile da oggi per iPhone e dal 4 gennaio per iPod Touch sulle piattaforme iOS 5.1 e successive (ovvero dalla quarta generazione in poi dei dispositivi), in oltre 40 Paesi e 29 lingue tra cui cinese, olandese, inglese, francese, tedesco, italiano, giapponese e spagnolo.

“A condurvi nel tragitto ci saranno un navigatore vocale pronto a guidarvi passo-passo, informazioni in tempo reale sullo stato del traffico, utili per evitare di rimanere imbottigliati e se volete spostarvi con i mezzi pubblici, informazioni su oltre un milione di fermate effettuate da mezzi pubblici. Siamo certi che questo nuova e piacevole esperienza possa essere un buon punto di partenza. Continueremo a migliorare Google Maps per voi, giorno dopo giorno”, conclude Graf.

Ci siamo sbagliati, insomma: il passo indietro di Apple testimonia quanto sia difficile, nel mercato della convergenza multimediale, imporre agli utenti barriere e steccati ingiustificati da un reale vantaggio nell’offerta di prestazioni e servizi.

Leggi dalla fonte originale: Rainews24