Fumi quando bevi? Ecco gli effetti sulla sbronza

alcolfumoI ricercatori della Brown University hanno voluto verificare gli effetti immediati dell’azione combinata di alcol e tabacco sul nostro organismo.

 

Le conclusioni, pubblicate sul Journal of Studies on Alcohol and Drugs, raccontano di sbornie e postumi del giorno dopo sensibilmente peggiorati per chi, dopo l’ennesimo drink, ha acceso anche l’ennesima sigaretta.

Per investigare le conseguenze del temibile connubio alcol e tabacco gli esperti della Brown University hanno chiesto a 113 studenti universitari di rispondere a un questionario giornaliero online per otto settimane. Le domande riguardavano quanto avessero bevuto e fumato il giorno precedente e un’accurata descrizione dei sintomi del giorno dopo.

Ne è emerso che i giovani fumano in media sette sigarette al giorno, che diventano però più di dieci nelle giornate ad alto tasso alcolico. I ragazzi coinvolti nello studio bevono abitualmente due drink quotidiani, ma quando decidono di fare sul serio superano facilmente i dieci. A parità di bevande alcoliche consumate, l’inasprimento dei sintomi del dopo-sbronza è più acuto per i fumatori rispetto ai non fumatori.

“Di solito le persone fumano di più quando bevono – sostiene Damaris J. Rohsenow, professoressa in Scienze Sociali e Comportamentali del Center for Alcohol and Addiction Studies della Brown University -, perché entrambe le sostanze fanno aumentare la produzione di dopamina”. La dopamina è un neurotrasmettitore prodotto in diverse aree del cervello che svolge un ruolo importante sull’umore e sul senso di soddisfazione. E proprio un’improvvisa diminuzione della produzione di dopamina (susseguente all’eccesso determinato da alcol e tabacco) potrebbe, secondo gli esperti americani, essere una delle chiavi per far luce sul peggioramento dei sintomi di una sbronza in chi fuma.

Leggi dalla fonte originale: Corriere.it