Ecco la foto che prova i legami del nuovo Papa con la dittatura argentina

Mentre una metà della stampa internazionale è intenta a tessere gli elogi del nuovo Papa Francesco I, l’altra è impegnata a capire qualcosa in più sui presunti legami di Bergoglio con la dittatura argentina: e questa foto rappresenta la pistola fumante.

 

164469_353424771433232_1931374461_nLa foto è stata pubblicata dal periodico argentino Pagina/12, su cui scrive il più accanito oppositore di Bergoglio, il giornalista che più di tutti ha scavato nel passato dell’attuale Papa, portando alla luce ombre impensabili per chi dovrebbe essere cristallino e specchiato. 

Parliamo di Horacio Verbitsky, autore del libro “El Silencio”, in cui Bergoglio viene accusato di pesanti legami con la dittatura.

E in questa foto in bianco e nero si vede chiaramente Francesco I offrire la comunione a Jorge Rafael Videla, il capo della giunta militare che governò l’Argentina tra il 1976 e il 1981, dittatore de facto che prese il potere con un colpo di Stato ai danni di Isabelita Peron. Non proprio un santo, e comunque un peccatore che – con questa foto e grazie all’appoggio della Conferenza Episcopale Argentina – poteva accreditarsi agli occhi dei fedeli e fare propaganda tra i suoi sudditi.

Habemus Papam.