Contro i test sugli animali, performance-choc in vetrina

Seviziata e umiliata per dieci ore nella vetrina di un negozio londinese: davanti agli occhi inorriditi dei passanti e con indosso solo una tuta color carne, la 24enne Jacqueline Traide si è volontariamente sottoposta ad una lunghissima sequenza di test comunemente effettuati su animali nel campo dei prodotti cosmetici. Una dura dimostrazione, allestita nella vetrina di un negozio della catena Lush, specializzata in cosmetica non testata sugli animali.