500 mila bottiglie per la casa fatta di birra: a Las Vegas l’edificio da record

Ci credereste mai se vi raccontassero che nel mondo esiste una casa, enorme, fatta interamente di birra? Probabilmente no. E allora basta guardare la foto per ricredersi.

 

A Las Vegas, come riportato da Inhabitat.com, è stato appena inaugurato il più grande edificio del mondo fatto di bottiglie di birra riciclate. Una follia che solo gli americani sono capaci di immaginare e, soprattutto, realizzare. Stiamo parlando del Morrow Royal Pavilion di Las Vegas.

Creato dall’imprenditore Scott McCombs, l’impianto – di 30.000 metri quadrati – è composto da più di 500.000 bottiglie di birra, frantumate e riformate grazie a un materiale composito chiamato greenstone, utilizzato per costruire la struttura. Il progetto ha consentito l’utilizzo di migliaia di chili di materiale recuperati dal deposito di rottami, permettendo di risparmiare circa 400.000 metri cubi di spazio in discarica, pari a 8 campi di calcio.

Il mega progetto si è ispirato allo Swarkestone inglese, raffigurato sulla copertina dell’album dei Rolling Stones “Hot Rocks”. È già partita la campagna su Facebook per invitare la band a visitare il nuovo edificio.

Quasi tutto il nuovo impianto ha elementi in vetro anche se l’edificio è costituito in gran parte di greenstone , un robusto cemento che è costituito da un aggregato di vetro riciclato e ceneri volanti. Per produrre il materiale sono state raccolte le bottiglie di birra dal Las Vegas Strip Hotel.

Il vetro, frantumato in piccoli granelli, è stato poi mescolato con le ceneri volanti e versato in stampi, dove si asciuga e si indurisce. Uno spettacolo che unisce creatività, arte, design e riciclaggio. Il futuro è sempre più green.

Morrow-Royal-Pavilion-recycled-beer-bottle-building