Isola d’Elba, un paradiso italiano ancora tutto da scoprire

Isola dElba

Natura e storia si intrecciano in una delle Isole più famose d’Italia ma ancora incontaminata e tutto per merito degli abitanti dell’Isola e del loro particolare modo di fare nei confronti dei turisti.

 

Nonostante bastino solo 50 minuti di traghetto da Piombino, per raggiungere Elba, l’isola continua a restare un luogo incontaminato grazie alla ruvidezza degli abitanti del posto. Non hanno ceduto alle tentazioni di vendere le loro terre restando piantati li, al massimo se i turisti vogliono possono andarci ma senza avere la pretesa che qualcosa venga cambiato o modificato in nome del dio turismo.

Ovviamente, in giro per l’Isola si possono incontrare luoghi meravigliosi ma i musei sono tutti da scovare mentre i resti delle tre ville romane presenti si trovano oltre cancelli spesso e volentieri chiusi. Mentre, per quanto riguarda la natura , che non prevede orari, si possono apprezzare luoghi incantevoli passando dalla vegetazione alpina che contraddistingue il Monte Capanne (1018 metri) alle zone marine come spiagge bianche, nere, rocce e ghiaia che fanno dell’Isola d’Elba una stupenda località balneare. Per quanto riguarda i giri turistici l’Elba ha un patrimonio storico che ha pochi eguali in Italia e nessun altra isola può vantare altrettanto.

Oltre ai resti romani e agli innumerevoli musei da girare c’è anche una vecchia fabbrica di ghiaccio, fortezze sparse lungo tutta l’isola, vecchie tonnare, miniere abbandonate e una sfilza di paesini assolutamente caratteristici. A Portoferraio in particolare trovate un piccolo giardino disseminato di cannoni e con un colpo d’occhio sul mare da lasciare senza fiato. Ma l’Isola non offre solo questo. Mette a disposizione di chiunque volesse usufruirne acque termali, sentieri e musica. Le spiagge più caratteristiche invece le trovate a Fetovaia, dove ad attendervi ci sarà una bellissima spiaggia bianca. Per arrivarci si può andare a piedi da Portoferraio attraversando il giardino si arriva alla spiaggia delle Ghiaie, il cui suolo è ovviamente fatto di piccoli sassi e l’acqua è assolutamente trasparente.

Per gli amanti incontrastati delle spiagge, le migliori sono quelle di Lacona e Cavoli. La prima offre un bosco e attrezzature per le famiglie mentre nella seconda si può apprezzare musica tutto il giorno ed è la meta preferita dai giovani.

Ovviamente non si può terminare il tour senza assaggiare le tipiche prelibatezze gastronomiche del luogo. Le specialità della casa sono la schiaccia ebriaca, tipico dolce fatto con uvetta e alkelmes, la cecina, focaccia a base di farina di ceci e i piatti  base di pesce.

Come scritto nel poema greco le Argonautiche da Apollonio Rodio “Gli Argonauti si diressero all’isola d’Elba dove, sfiniti, si asciugarono il copioso sudore con dei ciottoli; molti simili ci sono ancora su quella spiaggia e così pure le scorie ferrose e altri resti illustri dei Minii, là dove il porto ha preso il nome diArgoo.”

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.