Seedorf si allea con Prodi per spillare 10 milioni a Silvio: il Milan rischia di fare crac

Seedorf Richmond.0

L’esclusiva della Gazzetta rischia di alzare un polverone intorno ai rossoneri mai visto prima: Clarence Seedorf si è alleato con Prodi per spillare soldi a Berlusconi. Ecco cosa sta succedendo in casa Milan.

 

Quando due innamorati si lasciano hanno di fronte due strade: l’affetto eterno o l’odio strisciante. La seconda ipotesi vale per il rapporto, finito malissimo, tra Clarence Seedorf e Silvio Berlusconi.

Ma quanto ha rivelato la Gazzetta dello Sport ha davvero del clamoroso: dopo la cacciata dalla panchina rossonera, sostituito da Filippo Inzaghi, Seedorf non ha preso minimamente in considerazione l’idea di conciliare e trattare una buonuscita ma pretende – anche perché ritiene di essere stato trattato senza rispetto – il pagamento dell’intera somma stabilita in sede contrattuale.

Cioè: 10 milioni di euro lordi. Tondi tondi.

Da casa Milan sembrano fare orecchie da mercante e allora Seedorf – che non è tipo da lasciarsi impressionare – ha deciso di giocare durissimo. E si è alleato con Prodi per buttare a terra Silvio Berlusconi e costringerlo a pagare quanto dovuto.

Secondo quanto scritto da Gazzetta.it tra gli esperti giuslavoristi ingaggiati da Clarence per questa battaglia legale, che si annuncia senza esclusione di colpi, c’è anche Tiziano Treu, ex ministro del Lavoro nel Governo Prodi, di cui fu anche compagno di università alla Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Treu ha il marchio a fuoco del Pd, di quella parte del partito che ha sempre visto Berlusconi come il fumo negli occhi, come l’ostacolo principale verso il Potere e le poltrone che contano.

Scommettiamo che la battaglia legale di Treu verrà combattuta con uno spirito anche politico?

Vinca il migliore…