VANESSA SELBST/ La regina del Poker

Quando si parla di texas hold’em la mente finisce automaticamente per pensare ai vari Gus Hansen, Phil ivey, Tom Dwan… Ma il poker non è solo uno sport per uomini, anzi in molti casi le donne sono di gran lunga più brave di qualunque altro maschietto.

 

di Federico Succi

Uno degli esempi in questione è sicuramente quello di Vanessa Selbst, nata nel giugno 1984 e divenuta a soli 28 anni la donna più vincente in carriera oltreché essere diventata anche quella ad aver vinto di più nei tornei dimostrando a suon di risultati di meritare assolutamente questo record. Insomma, una donna d’acciaio che ha e pretende il massimo rispetto.

Bisogna considerare inoltre che Jesse Sylvia, il giocatore americano che quest’ anno si è classificato secondo nel Main Event delle WSOP portandosi a casa oltre 5 milioni di dollari, si era affidato al coaching proprio della Selbst. La Vanessa, dunque, non è solo una campionessa, ma è anche in grado di insegnare poker ad altissimi livelli, cosa che non sempre è così scontata.

vanessa_selbst_regina_pokerNell’ultimo anno la fortissima giocatrice ha portato a casa ben 2.2 milioni di dollari, andando a premio nei vari tornei per ben 13 volte, vincendo 4 eventi tra cui anche un braccialetto alle WSOP.

è proprio l’ultima grande vittoria ottenuta nell’evento high roller da 25 mila dollari delle Poker Caribbean Adventure, che le ha permesso di balzare al primo posto in questa speciale classifica con guadagni oltre i 7 milioni, scavalcando, tra l’altro una vera e propria icona del poker femminile, Kathy Liebert, che dopo anni di dominio si vede costretta a fare spazio alle giovani leve.

La Poker Cat del Nevada, infatti è costretta ad accontentarsi del secondo posto con “appena” 5 milioni guadagnati in carriera, vantando ben 6 tavoli finali alle WPT. Al terzo posto invece si assesta Annie Duke, sorella del famoso Howard Lederer (detto il professore n.d.r.), anch’egli giocatore di poker professionista, la quale può vantare un braccialetto ottenuto nelle WSOP del 2004.

{module Poker 300*250 adsense}

Come non si può non ricordare che nel 2000, la Duke, si classificò decima nel Main Event nonostante fosse all’ottavo  mese di gravidanza. Inoltre, la bravissima pro americana si occupa di organizzare l’evento di beneficenza Ante Up for Africa.

Insomma queste donne oltre a saperci fare hanno anche un gran cuore e siamo sicuri che anche quest’ anno la battaglia per il primato sarà molto serrata.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.