TEXAS HOLD’EM/ Ecco il ritratto del giocatore di poker

Interessante (ma tutto sommato prevedibile) inchiesta di NetBet, poker room e casinò online, che ha cercato, tramite un sondaggio realizzato sul proprio sito, di afferrare le abitudini e gli stili di vita del giocatore di poker.

{module Poker 336*280 adsense}

Il giocatore di poker non è un individuo sregolato e squattrinato, come alcuni stereotipi possono far credere. Nel passato il gambling era associato al genio e alla sregolatezza, con scrittori, registi e artisti che trascorrevano intere nottate al casinò dilapidando ingenti somme al baccarat o alla roulette. Per tutti, com’è noto, le perdite sono state maggiori che i guadagni! È però il caso di dire che il poker, in particolare il texas holdem e le sue numerosi varianti, non fa parte della categoria dei giochi d’azzardo.

Il poker richiede abilità e concentrazione, si avvicina molto più agli scacchi che alla roulette e, specie nei tornei dal vivo, l’attenzione deve essere sempre ai massimi livelli. In una vecchia inchiesta venne fuori che molti giocatori usano bevande e sostanze (non sempre legali) per aumentare la concentrazione. La vita sana e ordinata è un punto di partenza per il giocatore di poker online. Le vittorie al tavolo verde, a differenza di ciò che molti potrebbero pensare, nascono dall’autodisciplina e dall’autocontrollo.

Per quanto riguarda i campioni di poker, anche un atto apparentemente frutto dell’impulsività è in realtà generato dal calcolo e dalla razionalità, dal sapere mantenere la calma e uno sguardo a 360° sulla situazione. L’alcool è totalmente bandito durante il gioco (ma il 12% dichiara di farne uso), mentre il fumo è abbastanza diffuso (40%).

Daniel Negreanu, il giocatore di poker più ricco della storia

Negreanu, il giocatore più ricco della storia

Difficile generalizzare. Di certo il poker torneistico/professionistico è visto come un’attività sportiva che richiede preparazione fisica (può essere veramente estenuante passare ore al tavolo verde) e psichica, quindi molto esercizio prima dei tornei e un’astensione monacale dai vizi; nelle bische tra amici alcool e fumo invece sono attività diffuse (quasi portanti). Il semi-professionista del gioco online che cerca di guadagnare soldi giocando in multi-tavolo deve cercare di limitare l’alcool, anche se molto probabilmente sarà costretto a trascorrere intere notti davanti al PC per seguire gli orari di tornei americani. In questo caso è molto elevata la possibilità di una “vita sregolata” con scarsa attenzione alla qualità dei cibi, eccessivo uso di caffeina e vita “dissociata” rispetto ai comuni mortali.

Le qualità più importanti nel poker restano concentrazione e spirito di osservazione. Quest’ultimo è uno “skill” del pokerista che di riflesso si trasferisce nella vita quotidiana. È infatti emerso che il giocatore di poker è generalmente un osservatore più attento ai particolari, anche se questi sono irrilevanti e tendono a sfuggire al non giocatore.

LEGGI ANCHE

TEXAS HOLD’EM/ Strategie di gioco: l’information bet

POKER TEXAS/ Come vincere: manipolare il piatto e variare il gioco in base agli stack

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.