Moto Gp Jerez, quarto trionfo per Marquez. Rossi e Pedrosa sul podio: ultimo giro da infarto

 motogp-2014-jerez-gara-podio mini

È il nuovo idolo degli appassionati di Moto Gp. Perché vince sempre, anche stavolta a Jerez. Quarta vittoria di fila e mondiale praticamente già in tasca. Ma a dare spettacolo ci hanno pensato Vale Rossi e Pedrosa. Con un ultimo giro da infarto.

 

Al quarto gran premio, dopo la quarta pole consecutiva arriva la quarta pappina di fila rifilata da Marc Marquez agli inermi avversari, incapaci di scalfire il suo dominio incontrastato. Gli piace vincere e, suo malgrado, vince facile. Perché è troppo più forte degli altri.

Anche nel Gran Premio di Spagna di Jerez della Moto Gp Marc Marquez si è dimostrato “The King”: troppo superiore per gli altri, è andato via e non lo hanno più preso, anche se i distacchi “minimi” sembrano raccontare altro.

Vale Rossi, splendido secondo, è arrivato “solo” con 1,4 secondi di ritardo mentre Pedrosa, terzo, ha preso 1,5 secondi.

Sono loro due ad aver animato il Gran Premio di Jerez, la “Cattedrale” della Moto Gp come la chiama Valentino, che nell’ultimo giro ha dato paga a Pedrosa:” Non lo avrei fatto passare nemmeno morto”, dice VR46, pienamente soddisfatto di essere risalito sul podio. La battaglia tra i due, bellissima e incandescente, ha visto il trionfo, ça va sans dire, del Dottore: “Peccato per Marquez – ha aggiunto – Avrei voluto stargli più vicino ma andava troppo forte. La scelta della gomma extrahard ha pagato, perché Jorge(Lorenzo, ndr) ha avuto dei problemi con la media.”

Proprio Lorenzo è il deluso di giornata, anzi della stagione: sembra il Pedrosa degli anni passati, il Calimero cui va sempre storto qualcosa. La quarta piazza, e i problemi con le gomme, sono lì a dimostrarlo. Quinto con la Ducati Andrea Dovizioso.

Oltre al danno (della sconfitta) i piloti perdenti devono subire anche la beffa (dell’umiliazione): “Non è stata forse una gara divertente, ma per me è una vittoria speciale. Pensavo in una gara con più lotta, specialmente da parte di Valentino Rossi e Dani Pedrosa. Ma all’inizio ho visto che andavo via e alla fine sono arrivati altri 25 punti”, ha chiosato Marc Marquez.

Come dire: con voi non c’è divertimento. Vinco facile, mio malgrado.

E anche in questo è sempre più simile al suo idolo Vale Rossi.