SPECIALE BARÇA/ F.C. Barcelona, Més que un club!

La squadra più forte al mondo? Semplice: il Barça. E allora Infiltrato.it ha deciso di infiltrarsi nel mondo blaugrana, è entrato nella Masia, la casa del futbol barcelonista, dove crescono i campioni del futuro, fianco a fianco con i campioni del presente, Messi, Piqué, Xavi, Puyol, Pedro. Speciale Barça, con fotogallery dei giocatori, di Guardiola, della Masia, del Camp Nou e…di quella gallina che entra in conferenza stampa, assaltata da cronisti e fotografi. Godetevi lo spettacolo….e l’intervista a Pep Guardiola!

Servizio e foto di Andrea Succi e Alessandra Peri

Pep_Guardiola_Conferenza_Stampa“La Spagna? Una ciambella con il buco in mezzo e la cioccolata ai lati.” Questa fulminante battuta è copyright di una donnona catalana da 4 generazioni, che vive nel barrio più blaugrana della città, La Barceloneta, e che riesce a racchiudere in poche parole tutto l’orgoglio catalano e la storia della contrapposizione a Madrid e al Real Madrid, la squadra che fu del dittatore Franco.

A quell’epoca era proibito persino parlare il catalano, chiunque fosse stato scoperto a farlo veniva arrestato e picchiato dalla Guardia Nazionale del dittatore.

Sapete qual era l’unico luogo in cui si poteva sfogare questa rabbia repressa e sfoggiare l’orgoglio di essere catalani? Il Camp Nou.

GUARDA LA FOTOGALLERYIL CAMP NOU


Un amico culè – così si chiamano i tifosi del Barça – ci ha raccontato che negli anni più duri della dittatura, lo stadio era il punto di riferimento di una nazione – la Catalunya – sotto assedio e che bisognava avere occhi e orecchie dappertutto perchè la Guardia Nazionale di Madrid non tollerava gli indipendentisti.

Ecco dove nasce la rivalità tra Barça e Madrid, una rivalità prima di tutto storica e politica e poi anche sportiva. L’estetica barcelonista contrapposta al colonialismo madrileno si specchia nel differente stile di gioco e nella diversa visione del calcio tra le due potenze spagnole.

Pep Guardiola, l’uomo giusto al posto giusto, il filosofo culé che ha plasmato il Barça “de la seix copas” ci spiega dove nasce questa squadra delle meraviglie.

 

 

Gli splendidi interpreti del calcio-spettacolo proposto da Guardiola sono, per la maggior parte, catalani provenienti dalla cantera blaugrana: da Puyol a Xavi, da Pedro a Piqué, fino allo strepitoso Messi, che è sì argentino ma dall’età di 13 anni vive a Barcellona ed è diventato il più forte giocatore al mondo grazie al Barça.

Eccoli qui, fotografati per voi, alcuni dei campionissimi della squadra più forte del mondo.

GUARDA LA FOTOGALLERYI GIOCATORI BLAUGRANA

 

Entrare nella Masia, ascoltare Guardiola in conferenza stampa, respirare quell’atmosfera è un piacere per la mente e per il cuore. Ci hanno accolto con una disponibilità incredibile, abbiamo avuto accesso dovunque fosse possibile entrare. Nessuna supponenza, nessuna mania di grandezza. L’umiltà dei forti, la consapevolezza d’essere i migliori senza doverlo dimostrare sempre e comunque. Questo è il Barça, una polisportiva – perchè in fondo di questo si tratta – dove la squadra femminile degli esordienti (tra gli 8 e i 10 anni) viaggia sullo stesso torpedone con cui si muovono Messi e company. Le bambine blaugrana vengono accompagnate al campo e riportate a casa e si allenano, anche loro, nella grande casa blaugrana: la Masia.

GUARDA LA FOTOGALLERY – Guardiola e la Masia

 

Ma, forse, l’aspetto più divertente e illuminante allo stesso tempo, è quella gallina che prova ad entrare in conferenza stampa, nonostante l’assalto di cronisti e fotografi. Tutto è semplice e godibile, la vita come il calcio. Passione allo stato puro. La gallina che si aggira per la Masia rende il tutto più esilarante: tutti la cercano, tutti vogliono fotografarla, diventa protagonista tanto quanto i giocatori. E sapete perchè? Perchè l’unico vero indiscutibile protagonista è l’amore per lo sport e per la vita, che permea ogni momento della vita blaugrana e si riversa in campo, dove il pallone corre felice tra i piedi di questi campioni.

GUARDA LA FOTOGALLERY – La storia della gallina che si aggira per la Masia

 

Quando feci il provino per il Barcellona mi fecero palleggiare, dribblare e tirare. Mi dissero “Basta così” quasi subito. Per non correre rischi, mi fecero firmare il contratto al volo, su un tovagliolo di carta.” Lionel Messi.


Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.