Leo Messi come Dieguito: accusato di aver evaso il fisco spagnolo

La Procura di Barcellona ha aperto un procedimento contro Leo Messi e il padre del calciatore, Jorge Horacio, per una presunta frode fiscale di oltre 4 milioni di euro: è quanto riporta il quotidiano spagnolo El Pais.

 

messi_come_maradona_evade_il_fiscoI reati riguarderebbero le dichiarazioni dei redditi degli anni 2007, 2008 e 2009: secondo la Procura i diritti di immagine del calciatore argentino sarebbero stati ceduti a società di comodo in paradisi fiscali come Belize e Uruguay, mentre altri contratti di licenza o servizi sarebbero stati firmati con società in Paesi fiscalmente più favorevoli, come Svizzera o Gran Bretagna.

In tal modo, i relativi guadagni sarebbero transitati da questi Paesi europei ai paradisi fiscali senza praticamente essere sottoposti a tassazione alcuna e con «totale opacità» rispetto al fisco spagnolo.

La denuncia contro Messi e il padre è firmata dalla procuratrice Raquel Amado ed è stata presentata presso la sezione istruttoria di Gavà, dove risiede l’attaccante argentino.

La vicenda del numero 10 blaugrana ricorda da vicino quella di un’altra leggenda del calcio argentino, Diego Armando Maradona, da anni al centro di un contenzioso senza fine con il fisco italiano. Ma, almeno in questa occasione, Leo avrebbe volentieri fatto a meno di essere paragonato all’ex Pibe de Oro.

 

LEGGI DALLA FONTE ORIGINALE –Unita.it

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.