A tutto campionato/ Derby di Roma, fuga Juve, milanesi alla riscossa: i temi della settima giornata

di Federico Succi

Dopo una settimana di stop dove ci siamo rifatti gli occhi ed abbiamo festeggiata la qualificazione della nostra Nazionale, peraltro una delle più belle che la storia ricordi, ci rituffiamo nel nostro campionato pronti a capire quali sorprese ci riserverà questa giornata.

Si comincia con ben tre anticipi in cui saranno impegnate tre grandi. Inizia l’Inter, che va a far visita al Catania sempre pronto a derby-roma-lazio11fare lo sgambetto in casa propria dove ha conquistato ben 5 dei 6 punti attuali e dove è ancora imbattuta dopo 3 partite. I neroazzurri invece fuori casa hanno conquistato sin qui l’unica vittoria in campionato e fino ad ora non hanno mai pareggiato. Sarà in grado la squadra di Ranieri di essere corsara sul difficile campo etneo? In serata invece scenderà in campo l’altra milanese ed il Napoli di Mazzarri.

Il Milan di Allegri ospita una delle più belle sorprese del campionato. Il Palermo di Mangia, infatti, nonostante in estate abbia ceduto Pastore e Nocerino, quest’ultimo finito tra l’altro proprio al Milan, sta disputando un campionato di tutto rispetto e annovera tra le sue fila giocatori in grado di andare a giocare a S. Siro per nulla intimoriti. I rossoneri saranno sicuramente un diavolo ferito e dunque per questo ancora più pericoloso, ma i rosanero hanno tutte le carte in regola per vendere cara la pelle. Il Milan vorrà vincere sia per riscattare la severa lezione subita contro la Juventus e sia per iniziare a correre un po’ ed avvicinarsi alla vetta senza lasciare ulteriore spazio alle lepri.

Il Napoli invece ospita il Parma che sembra essere destinata a fare la vittima sacrificale di turno da innalzare sull’altare dei famelici partenopei visto che i romagnoli ancora non prendono punti fuori casa a fronte di due partite giocate e due sconfitte subite. Inoltre sembra proprio difficile che il S. Paolo sia lo stadio giusto dove iniziare a prendere punticini. I “mazzarriani boys” sono al completo ed in grande forma e vogliono vincere anche per assaporare, seppure per una sola sera, il brivido di restare in vetta da soli e magari iniziare a fare le prove di fuga. Bellissima partita, almeno sulla carta, sembra essere quella del nord- Italia che vede di fronte Atalanta-Udinese. I bergamaschi hanno perso l’imbattibilità solo domenica scorsa contro una grande Roma e se non avesse avuto la penalizzazione sarebbe al terzo posto a pari punti con il Napoli. Ma la vera sorpresa sta nel fatto che giocano un calcio gradevole e armonioso nonostante gli interpreti non siano di primissimo piano e questa resta forse una piacevole sicurezza in chiave salvezza. L’Udinese dal canto suo è una delle due capoclassifica.

Via Sanchez ed Inler? I friulani fanno ancora meglio volando anche dove le aquile non osano ed assestandosi in cima alla classifica meritatamente, ancora imbattuta seppure in trasferta il cammino non sia così deciso come in casa e soprattutto l’Atalanta tra le propria mura ancora non perde. Sarà una delle partite più interessanti della giornata. Altra capolista bianconera è la Juventus di Conte. Impressionante contro il Milan, per i bianconeri sarebbe stato meglio giocare subito sfruttando l’onda di entusiasmo che aveva portato la vittoria contro i rossoneri, anche perché per superare il Chievo ammazza – grandi serviva anche quello anche se siamo sicuri che il gladiatore Conte abbia già caricato a dovere i suoi. Se il Chievo dovesse vincere andrebbe a pari punti con la Juventus e inoltre farebbe cadere la terza grande di fila dopo Napoli e Genoa.

Scommettiamo su un gol di Moscardelli? La ciliegina sulla torta della settima giornata in campionato arriva come il dolce dopo una mangiata abbondante, alla fine. Il Posticipo, infatti, ci regalerà una delle partite più calde del campionato, il derby della capitale. In questi giorni è già stato infiammato dalle classiche battute di rito dei calciatori più in evidenza delle due compagini. Totti ha indicato in Reja l’uomo partita e Rocchi ha indicato Totti come “umorista”. Da una parte pare mancherà Klose e dall’altra Totti. Usiamo il condizionale perché è molto realistico avere sorprese dell’ultima ora. Speriamo invece non ci siano sorprese sugli spalti e fuori dal campo. Come contorno abbiamo anche Novara-Bologna, Genoa-Lecce e Cagliari – Siena. 

Il Novara vuole continuare a costruire in casa propria la salvezza mentre il Bologna vorrebbe cogliere la prima vittoria o comunque prendere qualche punto per muovere la classifica e che fa sempre morale. Genoa – Lecce sembra una sfida già scritta dove Palacio sembra destinato ad essere il grande protagonista di giornata, anche se le continue liti Malesani-Preziosi rischiano di incrinare una bella favola. Il Cagliari infine ospita il Siena, anche qui i sardi sembrano nettamente favoriti. I senesi fuori casa sono ancora alla ricerca della prima vittoria, mentre gli isolani ancora non perdono un  colpo tra le propria mura e soprattutto vogliono vincere per continuare a sognare. Ancora una volta gli spunti di interesse non mancano mai. Buon Campionato a tutti.


LEGGI ANCHE

La classe operaia va in paradiso

Al via la sesta giornata

Avanti adagio…

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.