Finale Mondiali 2014, la Seria A è il 2° campionato più rappresentato: ecco i “nostri” campioni

finale mondiali 2014 germania argentina mini

Clamoroso al Maracanà. Nella Finale Mondiali 2014 tra Germania e Argentina il campionato di Serie A, bistrattato da tutte le parti per mancanza di spettatori, spettacolo e campioni, ci riserva una gradita sorpresa: sarà il secondo campionato più rappresentato dopo la Bundesliga. Ecco i nomi dei “nostri” campioni e le squadre con più giocatori in campo nella finale mondiali 2014.

 

Il campionato italiano sarà ben rappresentato al Maracana’. Tra le fila dei tedeschi figurano infatti Klose, bomber della Lazio, e Mustafi, giovane difensore della Samp però infortunato. Nell’Argentina la lista di ”italiani” è lunga con i napoletani Higuain, Andujar e Fernandez, gli interisti Alvarez, Campagnaro e Palacio, il doriano Romero e il laziale Biglia. Per merito loro, la Serie A sarà il secondo campionato rappresentato in finale dietro alla Bundesliga.

La Lazio di Pioli potrà contare su due rappresentanti, entrambi titolarissimi: Klose e Biglia.

Il Napoli di Benitez avrà un solo titolare ma di peso, Higuain, e due panchinari come Andujar e Fernandez.

L’Inter di Mazzarri “schiera” tre argentini: Alvarez, Campagna e Palacio. Panchina per loro.

La Samp di Mihajlovic è la squadra che stupisce di più, portando in finale mondiali 2014 due suoi tesserati: il tedesco Mustafi, che ha ben figurato nelle scorse partite ma questa volta si accomoderà in panchina, e il portiere argentino Romero, su cui però a Genova nessuno ha scommesso.

Tra le squadre straniere con più giocatori in finale troviamo le più blasonate.

Il Bayern Monaco di Guardiola – non è un caso che la Germania sia in finale e abbia prodotto quel calcio spettacolare che abbiamo visto: parte del merito è anche di Pep – porta 7 fenomeni, di cui uno solo in panchina: Mario Gotze. Gli altri tutti titolarissimi dello squadrone di Low: Kroos, Muller, Schweinsteiger, Boateng, Lahm, Neuer.

Il Borussia di Klopp risponde con quattro rappresentanti, uno solo però titolare nella finale mondiali 2014: Hummels. Gli altri – Weidenfeller, Großkreutz e Durm – siedono in panchina.

Arsenal e Manchester City portano, come il Napoli, tre elementi in finale.

La squadra di Wenger “schiera” i tedeschi Mertesacker, Ozil e Podolski. Il City dell’Ingegner Pellegrini, fresco campione di Premier, risponde con gli argentini Demichelis, Zabaleta e Aguero. Un derby inglese a tutti gli effetti.

A proposito del City: qualcuno ricorderà le tre sberle rifilate nella scorsa stagione di Champions al Bayern di Guardiola. Occhio: stasera quei tre citizens potrebbero fare la differenza.

Le spagnole? Il Barcellona schiera due protagonisti assoluti, entrambi giocatori dell’Albiceleste: Messi e Mascherano.

Il Real Madrid risponde con un tedesco, Khedira, e un argentino, Di Maria.

Curiosità: strano ma vero, il Psg degli sceicchi ha portato in finale mondiali 2014 un solo giocatore, Pocho Lavezzi, tra l’altro entrato a torneo in corso.

Oltre ai giocatori stranieri che militano nel nostro campionato, c’è anche un po’ d’Italia in questa finale. Infatti è stato scelto Nicola Rizzoli a dirigere il match tra Germania ed Argentina. E’ il terzo fischietto italiano a dirigere una finale della coppa del mondo dopo Gonella nel 1978 e Collina nel 2002.